martedì 27 settembre 2016

MONDO SIRIA ALEPPO MARTORIATA, QUASI DUE MILIONI SENZ'ACQUA E SENZA LUCE. CONVOCATO CONSIGLIO DI SICUREZZA ONU

Le bombe uccidono decine e decine di civili, tanti i bambini. Dopo il fallimento della diplomazia, Gli Usa, la Gran Bretagna e la Francia hanno chiesto un vertice all'Onu
25 settembre 2016
 Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti hanno chiesto una riunione urgente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite con all'ordine del giorno la situazione Aleppo, in Siria, sottoposta a severi bombardamenti. L'hanno riferito fonti diplomatiche. Decine di civili uccisi, tanti i bambini Quasi due milioni di persone senza acqua corrente, decine di civili uccisi in bombardamenti governativi, avanzata di terra e combattimenti nel nord della città. La situazione di Aleppo, dopo che a New York sembra fallito ogni tentativo di far risuscitare la tregua, appare oggi ancor più drammatica di prima del cessate il fuoco, entrato in vigore il 12 settembre e durato una sola settimana. Le diplomazie russa e americana non sono riuscite a far tacere nuovamente le armi durante le iniziative bilaterali e multilaterali messe in atto negli ultimi giorni a margine dell'Assemblea generale dell'Onu. Semmai le distanze sembrano essere aumentate, con irati scambi di accuse . Continua a leggere…..


M5s, il libro di Pizzarotti: “Quando Grillo mi scrisse ‘o sconfessi la multiutility o veniamo sotto il Comune a sfiduciarti'”

Si intitola "Una rivoluzione normale" ed esce per Mondadori il 27 settembre prossimo. Nel testo il sindaco ripercorre dal suo punto di vista l’ascesa fulminea e poi il declino all’interno del Movimento 5 stelle raccontando alcuni episodi mai emersi prima
“O sconfessi le tue decisioni sulla governance di Iren o veniamo a sfiduciarti sotto il palazzo del Comune”. A maggio 2013, un anno esatto dalla “presa di Parma”, Beppe Grillo invia questo sms a Federico Pizzarotti, lamentando il fatto che l’amministrazione grillina volesse sedersi al tavolo per le nomine della multiutility che gestisce i rifiuti, gas, acqua e inceneritore. È solo uno dei tanti episodi, finora mai emersi pubblicamente, che il sindaco emiliano racconta nel suo libro “Una rivoluzione normale”, che uscirà per Mondadori il 27 settembre. Un’opera che ripercorre dal suo punto di vista l’ascesa fulminea e poi il declino all’interno del Movimento 5 stelle, il clamore e l’esultanza che nel 2012 hanno fatto di Parma la capitale pentastellata d’Italia, e infine l’isolamento e la solitudine politica. Continua a leggere….

Mobilità sostenibile: si lavora a mezzi pubblici più "intelligenti"

Entro poche settimane verranno installati i paletti mobili a "difesa" dell'attuale ztl, ma la prima vera novità potrebbe riguardare la presentazione di un piano razionalizzato del trasporto pubblico locale, capace, a parità di chilometri percorsi, di servire con più efficienza la città e i collegamenti con i sobborghi
ALESSANDRIA - L'amministrazione di Palazzo Rosso, coraggiosamente, prosegue il suo lavoro di revisione della mobilità sostenibile in città, argomento da sempre "caldo" e per molti aspetti spinoso da gestire a ridosso di una tornata elettorale, ma pur sempre strategico per la città. L'obiettivo sarà quello di spingersi il più in là possibile già entro la primavera, proseguendo però un cammino di confronto con la città e con l'intento di raccogliere pareri e consigli su quanto verrà proposto prima di procedere a una sua approvazione, e non successivamente come di solito avviene.Se è quasi certo che fra ottobre e novembre verranno installati i dispositivi mobili che "proteggeranno" la ztl attualmente in atto in centro (prima via Milano, poi via Dante), bisognerà aspettare probabilmente un po' di più perché i primi effetti davvero incisivi (di quella che si prospetta come una piccola grande rivoluzione per la mobilità in città) si possano percepire. L'attività di consulenza affidata alla società milanese Trt prosegue e, a breve, dovrebbe essere resa disponibile una proposta di razionalizzazione delle rete di trasporto pubblico urbano (e di collegamento con i sobborghi). Continua a leggere…


Il CSM approva il nuovo regolamento interno. Intervento di Renato Balduzzi in plenum

Il CSM approva il nuovo regolamento interno. Intervento di Renato Balduzzi in plenum
Questa mattina il plenum straordinario del Consiglio superiore della magistratura ha approvato (18 voti favorevoli e 7 astenuti) il nuovo regolamento interno. Riportiamo di seguito il testo dell’intervento svolto dal prof. Renato Balduzzi.

Ufficio stampa del prof. Renato Balduzzi
___
Signor Presidente della Repubblica,
signor Vicepresidente del Csm, Colleghe e Colleghi,

la relazione di Ercole Aprile ci ha già illustrato le coordinate generali del nuovo Regola-mento interno, l’applicazione data ai criteri della Risoluzione preliminare approvata l’8 giugno 2015, il lungo e articolato lavoro svolto in Seconda Commissione e in Plenum, che ha visto complessivamente impegnato il Consiglio per circa 100 ore di lavoro effettivo.
Per parte mia vorrei soffermarmi sul significato complessivo del testo che ci accingiamo a votare, in particolare sulla sua idoneità a influire sulla posizione e sul ruolo del Consiglio superiore della magistratura, anche in relazione al dibattito di questi anni su tali temi e alle proposte di modifiche legislative che ancora recentemente sono state avanzate.

Animali: in Parlamento boom di proposte per i diritti, contro i maltrattamenti e persino le sevizie sessuali

Ben 87 iniziative legislative per tutelare tra gli altri cavalli, conigli, furetti e uccelli. La metà sono dell’ex ministro Michela Vittoria Brambilla. Sanzioni più severe anche per abbandoni e uccisioni. Niente Iva per cure e ricoveri veterinari. Stop alla mattanza di conigli. Cani e gatti nello stato di famiglia. Tutte proposte però ferme al palo
La grandezza e il progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali, diceva Gandhi. Se così fosse, guardando alle iniziative legislative in difesa degli stessi, l’Italia sarebbe di certo nella shortlist. Solo sulla carta, però, visto che delle 87 proposte presentate da tutti i gruppi parlamentari, di cui la metà a firma dell’ex ministro Michela Vittoria Brambilla, neppure una ha iniziato il proprio iter in commissione.
SANA COSTITUZIONE
 Nel lungo elenco, comunque, c’è di tutto: norme più severe per chi abbandona, maltratta e uccide animali; esenzioni e detrazioni fiscali per cure e ricoveri veterinari; modifiche alla Costituzione per garantire le giuste tutele; norme sui cimiteri per gli animali da compagnia; un numero unico di pronto intervento per gli animali vittime di incidenti stradali. Continua a leggere….


Migranti, la Lega Nord: “Vogliamo certificazioni idonee sulle loro proprietà”

“Noi della Lega Nord del Comprensorio del Cuoio non vogliamo insegnare niente a nessuno ma ribadiamo il concetto che le leggi vigenti devono essere applicate e quindi chiediamo di non perdere altro tempo inutile ed applicare intanto il prima possibile la normativa del D.P.R. 445/2000, che prevede la possibilità da parte della Pubblica Amministrazione di richiedere ai cittadini comunitari ed extracomunitari idonee certificazioni, questo proprio in base al principio costituzionale di uguali diritti, opportunità ma soprattutto di rispetto della legalità come ci ha ricordato il Sindaco Deidda, se successivamente usciranno altre Leggi modificando quelle attuali le applicheremo. Noi non vogliamo dare lezioni a nessuno nè alla maggioranza nè all’opposizione ,che già aveva posto l’attenzione sul problema questa estate, ma la piattaforma “Tosca”  va ad incrociare i dati provenienti da Agenzia delle Entrate, Agenzia del Territorio, Registro Imprese, Bollo Auto, si capisce bene quindi che questi dati non riguardano i beni posseduti all’estero ed è per questo che ribadiamo la necessità di utilizzare i controlli extraeuropei delle ambasciate e dei consolati. Solo in questo modo si potrà parlare di uguaglianza e parità perché gli italiani e gli stranieri saranno messi sullo stesso piano, ribadendo il concetto che chi vuole ricevere delle agevolazioni, come la casa popolare,  deve accettare  tutti i controlli e certificazioni al fine di avere una graduatoria che rispetti i diritti di tutti. Continua a leggere….

POLITICA PALERMO GRILLO TORNA A COMANDO M5S: EBBENE SÌ, SONO TORNATO. NASCE 'TRIDENTE' DI MAIO-DIBBA-CASALEGGIO Davide: restiamo uniti

24 settembre 2016
Il nuovo M5s 2.0, quello che aprirà "la fase due", il secondo tempo del Movimento che avanza a passo di gambero vede il suo futuro in un ritorno alle origini. Con Beppe Grillo che si riprende in mano lo scettro pentastellato ma vuole porte aperte al nuovo che avanza. Un nuovo che non può prescindere da quella compattezza mancata nei giorni del caos romano e che Davide Casaleggio, al suo 'esordio' davanti alla platea degli attivisti, chiama con nettezza. "Restiamo uniti, solo uniti realizzeremo un sogno che era di mio padre e che oggi è di milioni di persone", è il monito del figlio di Gianroberto. Nel pomeriggio è invece Grillo a dettare la linea. Ed è una linea che risente delle forti tensioni interne. "Se devo fare il capo politico lo farò. Io ci sono a tempo pieno. Non posso più con il passo di lato. Io voglio stare con il M5S fino alle elezioni e vincerle", annuncia, confermando le impressioni che lo vedevano tornato alla guida. Ammette anche "gli sbagli che abbiamo fatto" l'ex comico, ma è certo che in definitiva gli italiani delle beghe interne del M5s "se ne strasbattono". Continua a leggere…..

lunedì 26 settembre 2016

Radio Voce Spazio: La voce dei cittadini, intervista a Pier Carlo Lava

Radio Voce Spazio: La voce dei cittadini, intervista a Pier Carlo Lava

59. Il Cristo giudice

by fabrizio centofanti
Che gli eventi fossero vicini lo dimostrava il fatto che nei rapporti cadevano le maschere: sempre più si rivelavano i veri sentimenti, i fini celati dietro abitudini o proposte apparentemente benefiche e sincere. Bastava niente per creare attriti che segnavano distanze, incomprensioni che generavano silenzi e malumori. Chi poteva capire che il Signore ci trasformava in monaci guerrieri, sepolti nelle celle a pregare, scrivere, addestrarci alle grandi rinunce che la storia avrebbe chiesto di lì a poco? Gesù ci voleva indipendenti: sia dal successo mondano, dal plauso della gente, sia da legami affettivi sotterraneamente esposti alle leggi del "do ut des". Il Cristo giudice della Cappella Sistina era diventato il simbolo pregnante del nostro cammino: la mano alzata, che minacciava pene eterne, si trasformava, per noi, nel palmo aperto che mostrava la piaga, la pena dell'amore, l'offerta di una vita piena perché colma di Dio. Ogni giorno, dunque, perdevamo pezzi di passato, ma ci aprivamo ai tesori del futuro, che si rendeva presente. L'Emmanuele, il Dio con noi, ci prendeva per mano e ci lasciava scivolare nel mondo dello spirito, dove buono, bello, vero, tenerezza, comprensione e perdono si facevano linfa vitale che nutriva, energia che ogni giorno ci rendeva più pronti agli eventi che bussavano alle porte.


Mostra. ‘GUTTUSO. INQUIETUDINE DI UN REALISMO’

Mostra. ‘GUTTUSO. INQUIETUDINE DI UN REALISMO’

Mostra. ‘GUTTUSO.  INQUIETUDINE DI UN REALISMO’
Fino al 9 ottobre 2016
Galleria di Alessandro VII – Quirinale Roma
by Maura Mantellino
Vi segnaliamo la mostra ‘Guttuso. Inquietudine di un realismo’ che in questi giorni è aperta al pubblico nella Galleria di Alessandro VII a Roma. In essa si possono ammirare i quadri di Renato Guttuso di ispirazione religiosa. L’esposizione è stata curata da Fabio Carapezza Guttuso, presidente degli archivi Guttuso e da Crispino Valenziano Presidente della Accademia Teologica. Questa bellissima e particolare mostra è resa possibile grazie al sostegno del Ministero dei  Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dei Musei Vaticani, del Museo Guttuso di Bagheria, della Camera dei Deputati e di prestigiose collezioni private. 
La Crocifissione è l’opera più famosa e uno dei quadri più significativi del Novecento italiano ed è il dipinto che attira maggiormente l’attenzione dei visitatori. Nel 1942 La Crocifissione venne presentata al Premio Bergamo e in quell’occasione suscitò diverse critiche negative e l’inizio di un vasto dibattito: vari ecclesiastici autorevoli la giudicarono blasfema, ma Monsignor Crispino Valenziano, teologo amante dell’arte, iniziò l’esegesi delle opere del maestro. 

Iniziando dallo studio accurato di Spes contra spem, Il Legno della Croce, la Cena di Emmaus, fino agli Studi di Crocifissione, propose ai critici una nuova chiave di lettura: «… di Guttuso mi interessa il credere cristiano complicato a suo modo nell’opera della sua arte», scrisse in un suo saggio titolato Guttuso credeva di non credere. 
Inoltre egli sottolineò come «dalla virtualità religiosa del suo realismo sociale» si giunga «alla sua conoscenza riflessivamente operativa delle Scritture e delle tradizioni connaturate al nostro radicamento culturale», e infine «alla sua disponibilità e adesione a realizzare opere che hanno nella liturgia la loro causalità originante, la loro identità materiale e formale e la motivazione finale della loro struttura e funzione». 
Il dipinto, trae la sua tragica bellezza da quelle forme che la sensibilità abitualmente respinge; pare, anzi, che l’artista si serva di esse per suscitare un’emozione che prescinda il più possibile dalla sensibilità e quasi superi la distinzione tra il sublime e il senso tragico della spiritualità. 
Alla fine, la  parabola di questa magnifica opera di Guttuso si conclude in una visione pacificata e serena dove anche il dolore è assunto e trasfigurato, dove l’intensa passione per il dolore umano assurge a una concezione purificata da ogni turbamento, intrisa di un’intensa luce contemporanea.

Epistolario I sacchi della posta

Epistolario I sacchi della posta

Epistolario I sacchi della posta
by Maura Mantellino
Ed ecco appena pubblicato il secondo volume di Epistolario I sacchi della posta edito da La collina dei ciliegi. Sono presenti i seguenti autori:
SERGIO BASCIU 
MATTIA CATTANEO 
DANIELA COBAICH MASCARETTI 
ELENA DESERVENTI 
LUCIA DI TRABIA 
MAURA MANTELLINO 
MARIA ROSA ONETO 
FEDERICO PREZIOSI 
MARIA CRISTINA SABELLA 
VITTORIO ZINGONE
In forma di lettera si esprimono cose non dette a parole, distanze colmate da un ponte di carta. Cose reali, rapporti distanti o messaggi a chi è così lontano da noi ... nel "dopo". Ma epistolario si presta anche all'immaginazione fantastica, un carteggio tra personaggi che possiamo inventare arricchendo il tutto con un messaggio tematico ma in forma di lettera. 
In questo secondo volume sono presenti lettere indirizzate all’Ispirazione, all’amico lontano, all’amica malata, alla Solitudine, al Cielo ‘infido e bastardo’, a una Rondine, a un bambino diventato ragazzo, a se stessi e alla Notte. Ogni singola lettera è uno scrigno dove vengono racchiuse forti emozioni, parti del proprio passato, del proprio vissuto, speranze, paure, timori di un futuro incerto. Tutte le lettere presenti in questo secondo volume sono speciali e rispecchiano la vera essenza della vita dei loro autori
Buona lettura! 

Reggio Emilia, bimbo di 8 anni muore schiacciato dal trattore guidato dal papà

Dramma in Emilia. Un bambino di 8 anni è morto schiacciato dal trattore guidato dal padre all’interno dell’azienda agricola di famiglia a Quattro Castella, in provincia di Reggio Emilia. La tragedia poco dopo le 13 a Quattro Castella: il bimbo è stato investito accidentalmente dal papà che sistemava balle di fieno e non si era accorto della sua presenza vicino al mezzo.Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Quattro Castella e il personale del 118. È stato lo stesso papà del bimbo a dare l’allarme quando si è accorto di avere investito il figlioletto che non aveva visto nei pressi del trattore.Quando sono arrivati i sanitari, però, hanno potuto soltanto constatarne il decesso. La dinamica dell’incidente è ora al vaglio dei Carabinieri di Quattro Castella coordinati dalla Procura reggiana.


Scuola, novità in arrivo: addio alla terza prova della maturità e al voto in condotta. Basta bocciati alle primarie

La bozza di legge delega della “Buona Scuola” è in dirittura d’arrivo. Cambia anche l'Invalsi. Senatrice Puglisi: "Diventerà un test che accompagna la valutazione degli studenti come certificazione delle competenze. Non farà parte dell’esame di maturità e nemmeno di quello di terza media". Sarà rivista anche composizione della commissioni agli esami
Addio all’Invalsi all’esame in terza “media” e alla terza prova scritta della maturità. Mai più bambini bocciati alla scuola primaria e pagelle solo con lettere e giudizi. Spariscono i voti in condotta nel primo ciclo d’istruzione. E poi colloqui in lingua all’esame di Stato della secondaria superiore e un test Invalsi in inglese che potrebbe diventare una sorta di certificazione utile all’Università. La rivoluzione della scuola italiana è ormai alle porte: la bozza di legge delega della “Buona Scuola” è in dirittura d’arrivo. A confermare le indiscrezioni dei giorni scorsi arrivate dalle organizzazioni sindacali a seguito dell’incontro al ministero dell’Istruzione, ora è la senatrice Francesca Puglisi che ha seguito in prima persona “la partita”. Giovedì 22 settembre in viale Trastevere i dirigenti del Miur si sono confrontati con il forum dei genitori e degli studenti. Martedì prossimo si terrà un nuovo tavolo con i sindacati ma si profila un’intesa sulla questione. Le novità sono tante. Continua a leggere….

MONDO USA SPARATORIA A SEATTLE: 4 MORTI, È CACCIA ALL'UOMO

Si cerca un uomo di origine ispaniche vestito di grigio. Fuggito poco prima dell'arrivo della polizia
24 settembre 2016 Si aggrava il bilancio della sparatoria al centro commerciale di Burlington, a 105 chilometri da Seattle. Secondo quanto riportato dalla stampa americana, il bilancio è di quattro morti. La polizia ha lanciato una caccia all'uomo per rintracciare chi ha aperto il fuoco. L'uomo si sarebbe allontanato prima dell'arrivo della polizia. Secondo le prime ricostruzioni riportate dalla stampa americana, l'uomo, di origini ispaniche e vestito di grigio, ha aperto il fuoco subito dopo essere entrato dentro Macy's, marchio commerciale assai noto negli Usa.  Sembra che abbia contattato la polizia e che l'abbia minacciata. Scattatata la caccia all'uomo.


GUTTUSO. LA FORZA DELLE COSE


GUTTUSO. LA FORZA DELLE COSE
Mostra 16 settembre -18 dicembre 2016
Scuderie del Castello Visconteo  Viale XI Febbraio, 35 Pavia
by Maura Mantellino
Un’altra imperdibile mostra di Renato Guttuso ha aperto i battenti il 16 settembre presso le sale delle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia: Guttuso. La forza delle cose
L’esposizione nasce da un progetto realizzato da ViDi in collaborazione con il Comune di Pavia e l’Associazione Pavia Città Internazionale dei Saperi, a cura di Susanna Zatti e Fabio Carapezza Guttuso. 
Oltre cinquanta le opere esposte provenienti da diverse sedi espositive quali il MART di Trento e Rovereto, la Fondazione Magnani Rocca, il Museo Guttuso, i Civici Musei di Udine e diverse importanti collezioni private.
«Una mostra diversa da tutte le altre allestite finora – spiega Fabio Carapezza Guttuso, presidente dell’Archivio dedicato al maestro siciliano – Ci svela il senso profondo della vita dell’artista. Gli oggetti gli si proponevano da soli, raccontava lui stesso, acquistavano una dignità e una potenza fino ad obbligarlo a comunicare con loro».
Le nature morte dell’artista sono una delle componenti più importanti della sua arte, come ci spiega lo stesso Maestro:  «Il posto in cui si lavora non si progetta, si aggrega e si compone da solo. Non ho mai organizzato oggetti da dipingere. Ho sempre dipinto le cose che mi stanno intorno».
Nella rappresentazione degli oggetti, raggiunge quasi una perfezione della resa dei volumi e delle forme; le trasparenze, le tremule leggerezze, le fragilità delle nature morte rendono una caratteristica tutta particolare della pittura di Renato Guttuso. 
Possiamo dunque ammirare un numero considerevole di capolavori degli anni Quaranta, quali Natura con drappo rosso (1942), Finestra (1947), Bottiglia e barattolo (1948), ma anche possiamo gustare una dimensione più meditativa nei suoi lavori degli anni Sessanta come Il Cestello (1959) e La Ciotola (1960). 
Il percorso della mostra si conclude con opere quali Cimitero di macchine (1978),Teschio e cravatteBucranio, mandibola e pescecane (1984).
In molte opere del maestro possiamo notare come i colori si fondano in un’armonia assoluta e fanno percepire, a volte, una solitudine che si apre e si chiude nel silenzio assoluto di un momento poetico magico. 
Nello spazio che forse non è reperibile nella memoria, Guttuso ha cercato di insinuare l’armonia di oggetti, di cose inanimate, a volte cariche dei sentimenti di gioia, di dolore, di felicità.

Alfano inaugurò ristorante di Catania poi sequestrato per mafia? Lui nega: “Querelo”. Ma in Parlamento non smentì

A fine settembre 2015 il capo del Viminale era nel capoluogo per la festa della Polizia. Pochi giorni dopo il Pd locale denunciava: "È inaccettabile la chiusura di un intero quartiere al fine di consentire la partecipazione di un Ministro all’inaugurazione di un ristorante". La segretaria del circolo dem: "Mai smentiti". Alfano ha detto a giornali e agenzie di non aver partecipato a quell'evento, ma a un'interrogazione a risposta scritta presentata alla Camera da Walter Rizzetto, il vice di Alfano Filippo Bubbico evitava di evadere la richiesta di chiarimento su quella serata
Il ministero dell’Interno non ha mai smentito la presenza di Angelino Alfano all’inaugurazione del ristorante Pitti a Catania. O almeno non l’ha fatto ufficialmente, pur avendone l’occasione, e nonostante il responsabile del Viminale abbia più volte sottolineato il contrario, annunciando di essere pronto a querelare sia Il Fatto Quotidiano che Mario Michele Giarrusso, il senatore del Movimento 5 Stelle autore di un attacco all’indirizzo dello stesso Alfano durante la festa nazionale dei pentastellati in corso a Palermo.Ma andiamo con ordine. La vicenda del ristorante Pitti di Catania esplode due giorni fa, quanto la procura antimafia della città etnea ordina il sequestro preventivo del locale. Il motivo? Secondo gli inquirenti la società che lo gestisce è riconducibile a Salvatore Caruso, coinvolto in un’operazione antimafia del gennaio scorso contro la cosca Santapaola – Ercolano. Il ristorante aveva già conquistato le pagine di cronaca il 29 settembre del 2015, quando un articolo pubblicato dal blog “Il Post Viola” – e ripreso da diverse testate locali – segnalava la presenza dello stesso Alfano all’inaugurazione del locale, proprio mentre era in corso a Catania la festa della polizia. Continua a leggere…..


POLITICA LA VISITA DEL CAPO DELLO STATO MATTARELLA: GUARDARE A FUTURO CON FIDUCIA, COSTRUIRLO CON OPEROSITÀ "

Anniversario di Canale Cavour sia rinascita di questi luoghi"
24 settembre 2016
 "Facciamo sì che questo anniversario segni anche l'orgoglio di un cammino di rinascita, dopo anni di abbandono, dei luoghi di Cavour in queste contrade, a partire da Leri, dove tutto questo ebbe inizio: valorizzazione di una testimonianza del passato ma espressione altresì di quella vocazione al miglioramento che caratterizzò l'avvio della nazione italiana". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Vercelli, in occasione delle celebrazioni per il 150° anno dall'apertura del Canale Cavour.  Continua a leggere……….

Italia 5 Stelle, Raggi: “La mia è rivoluzione gentile. Con No a Olimpiadi hanno tremato, No a referendum sarà loro fine”

La sindaca di Roma a Palermo per Italia 5 stelle ha incontrato il leader e il figlio del co-fondatore del movimento all'Hotel Posta di Palermo. "Stiamo risolvendo i problemi della Capitale", assicura lei, ma sul nuovo del nome titolare del Bilancio mantiene il massimo riserbo. Dai militati insulti ai giornalisti. A metà pomeriggio l'intervento dal palco: "Il nostro Sì solo ai cittadini". Grillo telefona a Julian Assange e poi chiude: "L'impossibile non esiste". La deputata Lombardi libera palloncini all'elio in cielo per ricordare Casaleggio
“La mia è una rivoluzione gentile. Quando abbiamo detto No alle Olimpiadi hanno tremato, con il No al referendum vedranno la loro fine”. Virginia Raggi parla dal palco di Italia 5 stelle poco dopo l’inizio del temporale, la folla la ascolta da sotto gli ombrelli e la interrompe solo per il coro “onestà, onestà”. “Io? No, non mollo”, dice la sindaca a chi dalle prime file le grida di resistere. “Abbiamo le mani libere e non dobbiamo dire sì a nessuno, se non ai cittadini”. Domenica 25 settembre è il giorno della prima cittadina di Roma, quella al centro delle polemiche da giorni e che viene accolti dagli abbracci degli attivisti. Osservata speciale di vertici e parlamentari, per il momento continua a essere protetta dalla base. “Perché sono i giornalisti servi della gleba che si inventano le storie”, gridano i militanti ai giornalisti tra gli spintoni. “Siamo noi la sua scorta”, dicono mentre allontanano con la forza i cronisti. Negli scontri durante il giro tra gli stand è rimasta coinvolta anche una giornalista del fattoquotidiano.it. Continua a leggere…..


ITALIA COLLASSA EDIFICIO DEGLI ANNI '50 CROLLO PALAZZINA A ROMA: COLPA DELLE INFILTRAZIONI D'ACQUA? ACEA: CONDOTTE IDRICHE INTEGRE

24 settembre 2016
 Sono state effettuate delle approfondite verifiche strumentali sulla rete ed è stata riscontrata l'integrità delle condotte. E' quanto sottolinea Acea in una nota a proposito del fatto che si ipotizzano possibili infiltrazioni di acqua, tra le cause che hanno determinato il crollo della palazzina di via Farnesina a Ponte Milvio, nella Capitale. Sul posto stanotte polizia, carabinieri e protezione civile comunale. Secondo quanto si è appreso, 110 le persone evacuate.  Continua a leggere…..


domenica 25 settembre 2016

L’Alessandria domina il Como e vince la sesta partita consecutiva 2 a 0


L’Alessandria domina il Como e vince la sesta partita consecutiva 2 a 0
Lega Pro, sesta giornata di Campionato del Girone A, i Grigi dominano e vincono la sesta partita consecutiva e confermano il primo posto in classifica battendo con un secco 2 a 0 il Como. A segno nel primo tempo con Mezzavilla e poi con Bocalon. Collegamento audio con Federica Ghisolfi dallo stadio Moccagatta per un commento conclusivo sulla partita.
audio:


Una squadra sola in campo, Alessandria 2 Como 0, primo tempo


Lega Pro, sesta giornata di Campionato del Girone A, al termine del primo tempo i Grigi dominano il gioco e vanno a segno prima con Mezzavilla e poi consolidano il vantaggio con Bocalon. Collegamento audio con Federica Ghisolfi dallo stadio Moccagatta per un commento sui primi 45 minuti.
audio:

Alessandria vs Como, le formazioni delle squadre


Alessandria vs Como, le formazioni delle squadre
Lega Pro, sesta giornata di Campionato del Girone A, l’Alessandria incontra sul proprio terreno di gioco il Como, collegamento audio con Federica Ghisolfi dallo stadio Moccagatta per le formazioni delle squadre.
audio: 

Quando l’uomo smarrisce il senso della vita

by giacomoverri
Sulla quarta di copertina si legge: “L’uomo è l’unico animale che non sa smettere di essere violento quando cessa il pericolo”. Vero, purtroppo.La violenza, come la gelosia, come la felicità, come il riso, sono cose tutte umane. Troppo umane, nel male e nel bene. Per averne una conferma vi consiglio la lettura di questo graphic novel, Aiuto!, uscito per i tipi di Bao Publishing da pochissimi giorni (pp. 144, euro 18). Ai testi e al layout Isaak Friedl, alle matite Yi Yang. È la storia di uno scoiattolo che in un angolo del bosco sorprende un orsetto piangente sul pelo biondo della sua grande mamma. Lì accanto c’è la testa mozza del cacciatore che l’ha uccisa. La storia, per così dire – e per come la direbbero i bambini – inizia in parità. All’incirca. Perché – per continuare a parlare come un bambino – aggiungerei che “è stato l’uomo a cominciare”, invadendo il territorio altrui. In ogni caso, lì sulla pagina, le due teste, quella dell’uomo e quella dell’animale, occupano lo stesso spazio, sono reclinate allo stesso modo, le narici solide e amare, la pelle cruenta, gli occhi sbarrati a contemplare il nulla immobile. Continua a leggere…


Che la sfida abbia inizio

Il Fatto Quotidiano è l’unico giornale che - fin dal giorno della sua nascita, come scrisse nell'editoriale di esordio Antonio Padellaro - si batte da sempre contro ogni stravolgimento della Costituzione. Chiunque ci provi: prima Berlusconi, poi Napolitano tramite il governo Letta-Berlusconi, ora Renzi con l'aiuto dello stesso Napolitano. E con l'aggravante di una controriforma imposta con la forza dal governo a un Parlamento illegittimo, a colpi di maggioranza truccata dal Porcellum. Nel referendum costituzionale non è in gioco tanto il destino dell’esecutivo, di cui poco ci importa (morto un governo, se ne fa sempre un altro), quanto soprattutto quello della Costituzione che è alla base della nostra convivenza democratica.Per questo abbiamo deciso di chiedere a tutti voi un aiuto a far conoscere le ragioni del No, quelle che in televisione e sui grandi giornali vengono quotidianamente silenziate e oscurate, per lasciare spazio soltanto ai monologhi e alle menzogne del Sì. Continua a leggere….

Centri d’accoglienza per migranti sempre più nel degrado

La scorsa settimana l’Espresso ha pubblicato un servizio/inchiesta sul Centro di accoglienza per richiedenti asilo di Foggia, per testimoniare il degrado, oltre ogni forma di umanità, vissuto dai migranti all’interno del centro.  Dormitori stracolmi, mille esseri umani tenuti come bestie,  un luogo dove non esiste la legge, un vero e proprio ghetto di Stato.  C’è voluto questo reportage per scomodare il ministro Alfano e il Viminale e fare in modo che si aprisse un’inchiesta sul CARA di Foggia. Eppure, nella mala gestione dei migranti, il ministero avrebbe potuto muoversi con largo anticipo, considerato che Cittadinanzattiva, LasciateCIEntrare e Libera da tempo si stanno battendo su questo fronte per chiedere trasparenza e ripristino nella legalità nei centri di accoglienza per migranti con la Campagna InCAStrati. “Quello che è emerso a Foggia non è un caso isolato” - afferma Laura Liberto, coordinatrice nazionale di Giustizia per i Diritti di Cittadinanzattiva nell’intervista rilasciata al quotidiano online La Notizia – “E le associazioni impegnate contro la detenzione amministrativa dei migranti lo dicono da anni, testimoniando il cattivo stato delle cose con denunce pubbliche”.


Ministro Roberta Pinotti, siamo alla vigilia di un importante vertice tra ministri della Difesa, che si terrà a Bratislava tra lunedì e martedì. Dobbiamo aspettarci le solite chiacchiere?

«No, guardi, è importantissimo che il tema della difesa comune sia uscito dai convegni e ne comincino a discutere i governi. Il percorso è avviato».  L’Italia ha un suo punto di vista? C’è una visione italiana per quella che dovrebbe essere la difesa comune europea?  «In effetti ai colleghi illustrerò un “paper” italiano». 
 Ci contrapponiamo a francesi e tedeschi? 
«Assolutamente no. Questo sarà il nostro contributo. E guardi che in materia di Difesa non ci meraviglia che francesi e tedeschi si muovano in maniera coordinata. È una storia che viene da lontano. È da oltre 40 anni che esiste una cooperazione militare franco-tedesca».  Continua a leggere…..


Seattle, sparatoria in un centro commerciale a Burlington. Cinque morti e un ferito. Assassino in fuga

Il ricercato, di cui la polizia ha diffuso un’immagine su Twitter, appare sui 20 anni, con capelli scuri e abiti scuri. Secondo le autorità, è di origine ispanica. E' il sesto omicidio di massa nello Stato di Washington
Cinque morti e un ferito. E’ il bilancio provvisorio della sparatoria avvenuta nella notte al Cascade Mall di Burlington, vicino a Seattle. L’uomo che ha aperto il fuoco è fuggito, innescando una caccia all’uomo con uno schieramento imponente di forze dell’ordine in strada e in elicottero.L’uomo ricercato, di cui la polizia ha diffuso un’immagine su Twitter, appare sui 20 anni, con capelli scusi e abiti scuri. Il ragazzo, secondo le autorità, è di origine ispanica. “E’ armato”, mette in guardia la polizia, invitando tutti i residenti dell’area a mettersi al riparo e a comunicare eventuali avvistamenti. L’uomo ha lasciato la scena del crimine prima dell’arrivo della polizia e, secondo indiscrezioni, avrebbe poi contatto gli agenti per telefono minacciandoli. La sparatoria è avvenuta all’interno di Macy’s, il popolare grande magazzino. E non è escluso che ci possano essere altre vittime, secondo il portavoce della polizia. I superstiti raccontano del panico scattato poco dopo aver udito gli spari, almeno 7-8 secondo alcuni testimoni. Continua a leggere…..

“Benvenuti nell’officina dei campioni”.

Nella fabbrica che realizza le protesi di Alex Zanardi
Mani bioniche e lamine da corsa realizzate a Bologna. Tra i “clienti” anche la medaglia d’oro Martina Caironi
Mani bioniche capaci di compiere fino a 36 movimenti e tatuaggi disegnati su eleganti caviglie in resina; polpacci con migliaia di peli attaccati uno a uno e sofisticate ginocchia a controllo elettronico programmate per rendere possibili i movimenti quotidiani; lamine in fibra di carbonio su cui correre per battere ogni record e un alluce, tozzo e abbronzato, che un bagnino ha chiesto per starsene in spiaggia libero dall’imbarazzo dell’amputazione subita.  «Ogni paziente è una storia e ogni protesi è parte di questa storia. Qui nessuno dice “Alzati e cammina”, la persona viene accolta da un’équipe di diverse professionalità, ascoltata, studiata e accompagnata nella riabilitazione; fino a insegnarle, passo dopo passo, a camminare nuovamente». Nelle parole dell’ing. Gennaro Verni, 64 anni, direttore tecnico di produzione c’è tutta la filosofia del Centro Protesi Inail di Vigorso di Budrio. Una struttura pubblica fondata nel 1961 nelle campagne di Bologna e meta oggi di oltre 6500 pazienti all’anno che tra i laboratori e le palestre cercano arti, ausili e stimoli per riappropriarsi della propria indipendenza. Qui, dopo gli infortuni e le malattie, hanno preso confidenza con gambe e braccia artificiali campioni come Alex Zanardi, Bebe Vio e Giusy Versace, e qui a tutti viene data la possibilità di cimentarsi in uno sport per favorire le relazioni sociali.  Continua a leggere….

Olimpiadi, Renzi contro M5S: ‘Ammettono di non saper cambiare le cose’. Travaglio: ‘No, i costi sono tranvata comunque’

Il premier, ospite a Otto e mezzo insieme al direttore del Fatto Quotidiano, ha commentato il no di Virginia Raggi sostenendo che è "impressionante" non fare i Giochi "per il rischio che qualcuno rubi". Sul referendum costituzionale l'usuale slogan: "Chi vota No vota la Casta". Travaglio: "Con il Sì si passa dal bicameralismo perfetto a quello cazzaro". L'economia? "Preferirei che andasse più forte", ha ammesso Renzi
“Considero le Olimpiadi una grande opportunità ed è impressionante il fatto che non si possano fare per il pericolo che qualcuno rubi. Se noi politici non proviamo a cambiare le cose non andremo da nessuna parte. I grillini avrebbero avuto otto anni per sistemare Roma… E’ come se avessero detto ‘non riusciamo a cambiare le cose‘, perché se avessero voluto davvero cambiare avrebbero potuto dire che la gestione si poteva fare in un altro modo”. Così il premier Matteo Renzi, ospite a Otto e mezzo su La7 insieme al direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio, ha commentato il no definitivo della sindaca Virgina Raggi ai Giochi. Travaglio ha replicato elencando le spese sostenute dalle altre città ospitanti in passato e facendo notare che “le Olimpiadi sono una tranvata pazzesca anche senza corruzione, è una macchina che non può funzionare in attivo, come tutti i grandi eventi, come l’Expo”. Continua a leggere……

Mostra. ‘GUTTUSO.  INQUIETUDINE DI UN REALISMO’
Fino al 9 ottobre 2016
Galleria di Alessandro VII – Quirinale Roma
by Maura Mantellino
Vi segnaliamo la mostra ‘Guttuso. Inquietudine di un realismo’ che in questi giorni è aperta al pubblico nella Galleria di Alessandro VII a Roma. In essa si possono ammirare i quadri di Renato Guttuso di ispirazione religiosa. L’esposizione è stata curata da Fabio Carapezza Guttuso, presidente degli archivi Guttuso e da Crispino Valenziano Presidente della Accademia Teologica. Questa bellissima e particolare mostra è resa possibile grazie al sostegno del Ministero dei  Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dei Musei Vaticani, del Museo Guttuso di Bagheria, della Camera dei Deputati e di prestigiose collezioni private. 
La Crocifissione è l’opera più famosa e uno dei quadri più significativi del Novecento italiano ed è il dipinto che attira maggiormente l’attenzione dei visitatori. Nel 1942 La Crocifissione venne presentata al Premio Bergamo e in quell’occasione suscitò diverse critiche negative e l’inizio di un vasto dibattito: vari ecclesiastici autorevoli la giudicarono blasfema, ma Monsignor Crispino Valenziano, teologo amante dell’arte, iniziò l’esegesi delle opere del maestro. 

Sinfonia di Antichi Sapori 2016

da Venerdì 30/09/2016 a Domenica 09/10/2016
Fiaiola (TR)
4ª edizione di Sinfonia di Antichi Sapori, dove si possono degustare ottime pietanze della gastronomia locale.Il divertimento è assicurato da serate danzanti ed altri intrattenimenti che si terranno al coperto.
L'organizzazione è curata dal Circolo Arci Fiaiola.
Tutte le Sere Ore 19:30 apertura STAND GASTRONOMICO
per chi vorrà sarà possibile versare un CONTRIBUTO PRO TERREMOTATI
Continua a leggere…..


Terremoto, raccolti con sms 15 milioni. Vasco Errani: “Riconoscimento pieno dei danni”

Il provvedimento del Governo sarà approvato entro il 3 ottobre. Finora raccolti 15 milioni. Errani: "Li useremo per programmare interventi capaci di resistere a nuove scosse, non con logica emergenziale". Gli altri punti: fondi certi per il risarcimento, trasparenza tramite Anac e open data, deroghe su fisco e lavoro
Oltre 15 milioni di euro donati via sms per la ricostruzione, che saranno spesi con un attenta programmazione degli interventi che guardi al futuro, all’insegna della massima trasparenza. I quattro presidenti di regione saranno “vice commissari” per la ricostruzione. Confermato il rinvio degli adempimenti fiscali, la deroga al patto di Stabilità dei Comuni e sulle assunzioni del personale negli enti locali per provvedere alla ricostruzione. Sono questi i punti sottolineati oggi da Vasco Errani, commissario del governo per la ricostruzione, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi sulla ricostruzione dopo il sisma che ha colpito il centro Italia, tra cui Amatrice e Accumoli. Oggetto dell’incontro, l’illustrazione dei contenuti del decreto ricostruzione post-sisma che sarà approvato dal Consiglio dei ministri non oltre il 2 o il 3 ottobre. Continua a leggere….

Corri con Stefano! Secondo Memorial per Stefano Cucchi

Anche quest'anno si svolgerà a Roma il Memorial in ricordo di Stefano Cucchi, un'iniziativa per ricordare Stefano, per chiedere verità e giustizia, per essere accanto alla famiglia e sostenere il suo coraggio. L’appuntamento è per domenica 2 ottobre, dalle 10 al tramonto, presso il Parco degli Acquedotti di Roma: l’evento sarà animato da una gara agonistica di 6 km e da una corsa non agonistica di 3 km che si svolgeranno la mattina all'interno del Parco. Per tutto il pomeriggio, poi, sono previsti concerti, incursioni culturali e teatrali, laboratori e attività per i più piccoli.L'evento è organizzato dal Comitato promotore Memorial Stefano Cucchi, con cui collabora anche Cittadinanzattiva, insieme con la Uisp Roma. Per poter partecipare alla maratona #CorriconStefano puoi iscriverti tramite il sito oppure direttamente al Parco degli Acquedotti la mattina dell'evento. Cittadinanzattiva parteciperà alla maratona e sarà presente con il proprio stand.Maggiori informazioni clicca sulla pagina facebook e su change.org

Una notte con i poliziotti di Ventimiglia a caccia dei trafficanti di uomini

In pattuglia lungo il confine tra Italia e Francia: “Stipati come bestie”
L’appuntamento è alle otto di sera in un parcheggio poco illuminato. I migranti aspettano immersi nell’oscurità. Succede tutto in pochi secondi: arriva un’Alfa 147, si ferma dietro un camion, il conducente contratta senza scendere, salgono a bordo in quattro. L’auto riparte e dopo poche centinaia di metri imbocca lo svincolo per l’autostrada, direzione Nizza. È appena sceso il buio su Ventimiglia e per i trafficanti di uomini inizia l’ennesima notte di lavoro.  Il complice che fa da piantone nei pressi della frontiera dà il via libera al telefono. L’auto staffetta passa senza problemi, ormai sembra fatta. E invece. Al casello la vettura con a bordo i migranti viene sorpassata e bloccata da una macchina civetta e da una moto della Polizia di frontiera. Fine della corsa. Il passeur sembra incredulo, scende con le braccia incrociate sopra la testa e si lascia ammanettare. Sfodera un ghigno beffardo. I documenti dicono: 42 anni, cittadinanza portoghese, residente a Nizza. In tasca gli trovano 400 euro: la somma pagata dai disperati per un passaggio a vuoto verso l’Europa.  Continua a leggere……

Pinotti: “Più fondi e una guida politica: ecco il piano per la difesa Ue”

Il ministro della Difesa alla vigilia del vertice di Bratislava: nessuno sta pensando di eliminare gli eserciti nazionali. Se le missioni sono europee deve essere Bruxelles a pagare
Ministro Roberta Pinotti, siamo alla vigilia di un importante vertice tra ministri della Difesa, che si terrà a Bratislava tra lunedì e martedì. Dobbiamo aspettarci le solite chiacchiere?
 «No, guardi, è importantissimo che il tema della difesa comune sia uscito dai convegni e ne comincino a discutere i governi. Il percorso è avviato». 
 L’Italia ha un suo punto di vista? C’è una visione italiana per quella che dovrebbe essere la difesa comune europea? 
«In effetti ai colleghi illustrerò un “paper” italiano».  Continua a leggere…

Sondaggi, fiducia per la sindaca Raggi al 45 per cento. Record Appendino al 64%

Secondo il sondaggista Nicola Piepoli le sindache M5s raccolgono consensi positivi tra gli elettori a poco più di tre mesi dall'elezione. Per l'Istituto Ixè la prima cittadina di Roma ottiene la sufficienza tra gli intervistati. In calo Renzi e governo
Nella settimana del No alle Olimpiadi di Roma e dei nuovi ritardi sulla nomina dell’assessore al Bilancio del Campidoglio, il 45 per cento degli italiani intervistati ha detto di avere molta o abbastanza fiducia nella sindaca M5s Virginia Raggi. L’analisi è del sondaggista Nicola Piepoli che, sulla Stampa, rileva inoltre come la prima cittadina di Torino Chiara Appendino ottenga il 64 per cento dei pareri favorevoli raccogliendo “consensi trasversali”. Alla domanda quanto gradisce l’operato della sindaca, il 42 per cento degli interpellati ha detto che gradisce molto o abbastanza quello che sta facendo la grillina nella Capitale, mentre il 56 per cento si è espresso a favore della torinese. In merito a quello che il sondaggista chiama “indice di umanità”, la prima ottiene il 49% mentre la seconda strappa il 59%. Piepoli osserva inoltre che “i punteggi di Raggi in genere risultano più alti di un normale sindaco dopo i primi tradizionali cento giorni di luna di miele”. Continua a leggere…