sabato 27 agosto 2016

Il Piccolo. Città deserta e Centri Commerciali: c'è la ripresa?

Ringrazio la redazione de Il Piccolo di Alessandria per la cortese pubblicazione. Pier Carlo Lava




Una politica per rilanciare Torino

L'alternativa grillina, che ha vinto in carrozza il ballottaggio con Fassino, non ha idee su economia e lavoro. La Città ha bisogno di forze nuove, nei partiti e nella società
Caro Direttore,
Ho letto con interesse l'articolo di Serra "Cercasi opposizione disperatamente" e vorrei aggiungere la mia opinione a due mesi dalla vittoria della Signora Chiara. Come avevo scritto proprio sullo Spiffero, ma a Serra è sicuramente sfuggito, a Torino non ha perso solo Fassino ma hanno perso sia il sistema Torino che ne aveva condiviso il disegno strategico anche se aveva trovato noiosa la presentazione del Terzo Piano Strategico, ma hanno perso anche le opposizioni che oltre a dividersi stupidamente non avevano una idea forte su Torino. Fassino e il Pd hanno perso perché non han capito che il loro progetto ha indebolito l’economia cittadina e che metà della Città ne era esclusa. L’opposizione non ha cavalcato un programma forte di rilancio della Città. Oggi però abbiamo la conferma che l’alternativa grillina che ha vinto in carrozza il ballottaggio con Fassino non ha idee per il rilancio dell’economia e del lavoro a Torino.

5 dubbi sul perché l'Italia è al sicuro (ma forse non abbastanza)

Tre attentati terroristici in Francia in 18 mesi. E nessuno da noi, in Italia. Perché? Perché non abbiamo una grande storia di immigrazione? Perché siamo più bravi dei francesi? Perché siamo fuori dai conflitti in Medio Oriente? O magari perché stiamo facendo qualche porcata politica come già successo nel nostro passato? Giriamo alla task force contro il terrorismo appena inaugurata da Palazzo Chigi queste cinque domande. Sono tutti esperti. Credo potranno notare, come è successo a noi, che le risposte - almeno quelle offerte finora - fanno acqua da tutte le parti.

Terremoti, affare per la malavita

Tangenti del 5% su tutto, monopolio di grassi subappalti in loco e, spesso, il gradito incarico di consegnare ai politici il 3% di loro spettanza. In un libro-inchiesta del professore inglese Behan
In un ottimo libro sulla storia della camorra del prof. inglese Tom Behan ho appreso che l’affare migliore per loro è stata la gestione del post terremoto: tangenti del 5% su tutto, monopolio di grassi subappalti in loco e, spesso, il gradito incarico di consegnare ai politici il 3% di loro spettanza.Mi sembra una questione meritevole dell’attenzione degli storici contemporanei la gestione straordinaria delle catastrofi (e dei grandi eventi sportivi internazionali), cioè di tutte le occasioni in cui il governo ha dettato regole atipiche per la gestione urgente delle risorse necessarie. In 50 anni si sono verificate 9 volte, e han dato un vigoroso contributo alla crescita del debito pubblico e quasi sempre anche alla ricchezza della delinquenza organizzata, che è diventata un vero “contropotere”, altro che quelli di cui strologa la sottocultura di sinistra... Insomma, direi che meritano una commissione d’inchiesta parlamentare, o comunque un “libro bianco”, come nella tradizione inglese, meno retorica e più produttiva.

Troppe tracce del terrorismo portano in Italia

Dunque, sappiamo a questo punto che i complici dell'attentatore di Nizza Mohamed Bouhlel sono passati da Ventimiglia, e sappiamo anche che questi complici compongono un gruppo piu' numeroso del previsto.Notizie filtrate dalla procura di Roma che, secondo il Messaggero, è convinta che alcuni di questi complici abbiano vissuto nel nostro paese, in Puglia in particolare. La figura più interessante del gruppo é Chokri Chafroud, il 37enne tunisino definito l'altra mente del massacro di Nizza. Ha passato parecchi anni in Italia, a un certo punto ha lavorato come general manager di una masseria tarantina. "Chafroud sarebbe stato visto a Gravina in Puglia solo poche settimane fa", scrive ancora il Messaggero. Il legame di questo uomo con l'attentato Nizza pare oggi chiarito del tutto: il suo dna è stato trovato sul tir di cui si è servito Bouhlel per uccidere 84 persone.

BELGIO, SQUILIBRATA FERISCE 3 PERSONE CON MACHETE A BRUXELLES

22 agosto 2016
 Una donna è stata bloccata a Bruxelles dalla polizia dopo che ha attaccato tre persone mentre scendevano da un autobus con un machete nel quartiere di Uccle. Gli agenti le hanno intimato di arrendersi ma lei si è rifiutata e la polizia ha aperto il fuoco, colpendola. Secondo la tv Rtbf.be, un ferito è lieve mentre gli altri due sono stati colpiti in modo grave. La polizia ritiene che si tratti di una squilibrata ed esclude la pista del terrorismo.


Due di passaggio il nuovo film di Mario Coco

Due di passaggio il nuovo film di Mario Coco

by Rosario Tomarchio   
Lunedì 8 agosto è stato presentato nella bellissima Piazza Madre Chiesa di Piedimonte Etneo, il nuovo film  giallo – comico del giovane regista Mario Coco dal titolo “Due di passaggio”.  
Alla presentazione erano presenti l’autorità civili del paese: il sindaco Ignazio Puglisi, l’Assessore allo spettacolo Leva e i consiglieri comunali Francesco Coco e Giuseppe Pagano. Alla presentazione erano presenti anche numerosi Vip, attori e persone che fanno parte che del mondo dello spettacolo, che gentilmente hanno dato il loro contributo al realizzazione del film. Ecco i i nomi dei Vip presenti  Gabriele Arena, Fabrizio Torrisi, Salvatore Cilona, Filippo Roggio, Angelo Faraci, Alessio Mandanici, Adel Scott, Lino Villardita, Peppuccio Bellamacina. Tanti altri attori Vip che facevano parte del Cast non hanno potuto essere presenti per vari eventi artistici, da sottolineare la straordinaria presentazione di Nino Frassica che ha fatto sentire la sua presenza e tutto il suo affetto al giovane regista.
Le scene del film sono state realizzate a Piedimonte Etneo, Catania, Messina e a Roma. 

Patrizia Cannazza, curriculum letterario

Alessandria Post è lieta di pubblicare la biografia della scrittrice e poetessa Patrizia Cannazza.

Anima salentina e due occhi curiosi affamati di vita. Attratta da tutto ciò che riguarda i sentimenti, mi piace esplorare l’animo umano per cercarne i lati più intimi, nascosti e sfuggenti. Un lavoro duro, difficile, perché la nudità dell’anima fa paura… ma affascina! Così il lettore è spinto a guardarsi dentro senza veli, con grande onestà perché la Ragione non è sempre la migliore consigliera nella vita…
Vivo nel Salento e il legame con il sud, il Mediterraneo, è sempre stato e rimane fortissimo. Se ne sente il calore, il sapore, l’odore nei miei romanzi, in gran parte ambientati proprio nella mia terra.
Passionale per natura e razionale per necessità…un carattere apparentemente docile che in realtà nasconde una grande forza e capacità di adattamento alle intemperie della vita.
In sintesi mi ritengo una donna che, come le protagoniste dei miei romanzi, sa vivere di emozioni, di sentimenti, di gioie e dolori. Capace (non senza difficoltà) di accettare il proprio passato e di perdonarsi, trasformando le avversità, che comunque fanno parte della vita, in vere e proprie opportunità e prendendo da queste nuovi slanci e nuovi entusiasmi.
Nella vita di tutti i giorni opero in ambito sanitario in libera professione. Dopo essermi diplomata presso il Liceo Psico-Pedagogico Sociale(Le), conseguo la laurea in Podologia presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Pisa e presso lo stesso Ateneo conseguo il diploma di Master in Posturologia Integrata.

Lo Spiffero: Alessandria chiusa per ferie

Lo Spiffero: Alessandria chiusa per ferie

Ringrazio la redazione de Lo Spiffero, http://lospiffero.com/ per la pubblicazione.
Città deserta e apertura di nuove attività commerciali: sono segnali di uscita dalla crisi, o semplicemente i cittadini sono stanchi e hanno voglia di ripresa? Come interpretare i dati Istat.
In merito alla valutazione dei dati Istat ci sono come al solito opinioni contrastanti, il Governo parla di lieve ripresa grazie ai vari provvedimenti e alla riduzione della tasse mentre per le opposizioni sono aumentate e non c’è nessuna ripresa all’orizzonte (in effetti gli ultimi dati sul pil non sono positivi). 
Alessandria: a livello locale va rilevato che ci sono zone della città dove si colgono possibili segnali di crescita o quantomeno si presume che ci possa essere. 
Nella zona di via San Giovanni Bosco, in prossimità del Centro Commerciale Panorama, dove sussistono da tempo diverse attività commerciali, fra le quali il Consorzio Agrario, l’autolavaggio, il discount della Lidl e il Supermercato iN’s, ci sono alcuni nuovi insediamenti. Fra questi “l’Artista del Krapfen”, già operativo con un impianto mobile ma con l’obiettivo di diventare in pianta stabile e il nuovo Supermercato della catena “Penny Market” di prossima apertura, dato che i lavori sono in fase avanzata.

In tenda fino a gennaio

Gli impegni del governo per la ricostruzione raccontati dal sindaco di Amatrice. Cinque mesi nel pieno dell'inverno nelle tendopoli e minimo due anni nelle casette di legno
Da quando ha pronunciato la frase “Amatrice non esiste più”, il sindaco Sergio Pirozzi, alla guida con una lista civica da sette anni di uno dei tanti piccoli comuni d’Italia, ex Alleanza Nazionale (“si, una volta, quando c’erano queste cose..."), di mestiere allenatore sportivo (“ragione per cui Renzi mi chiama Mister”) è diventato il volto globale della tragedia del suo paese, e dell’Italia.Parla con tutti, fa conferenze stampa ogni volta che serve. Ma ha ancora molto molto da dire. L’aria è quella di chi per ora sta tranquillo. Ma basta prenderlo da solo, in un raro momento di pausa, per capire che, più che tranquillità, il suo è il controllo di chi sa che le energie non vanno sprecate, perché la strada sarà molto lunga.In sintonia con il resto dei suoi cittadini, il terzo giorno è anche per lui il momento in cui si contano i corpi, si tentano i primi bilanci, e si ammette l’inquietudine sul futuro. E il futuro è fatalmente la ricostruzione. “La città la voglio ricostruita qui, con la stessa estetica, lo stesso volto. La voglio proprio uguale, così come l’ha disegnata nel 1500 Cola Filotesio”.Proprio così uguale, con lo stesso aspetto e stesse pietre? Decine di sindaci prima di Lei hanno giurato la stessa cosa e poi la promessa non è stata mantenuta dalle cose. L’Aquila è forse il caso più celebre, e certo il più vicino…”"Sarà che sono un sognatore" risponde, con una battuta, ma, tanto per essere sicuri, si infila in un pantheon politico “e come me la pensano Renzi, Delrio, Nicola (Zingaretti, il governatore del Lazio nda), Franceschini”.

SCIENZA NASA, MARTE A 360 GRADI: ECCO LO SCATTO DI CURIOSITY

22 agosto 2016
Una specie di Monument Valley marziana, simile a quella degli Stati Uniti: è la protagonista dell'ultima cartolina panoramica da Marte, con vista a 360 gradi, inviata dal rover laboratorio della Nasa, Curiosity. Il rover ha usato la sua fotocamera mastcam per catturare decine di immagini che compongono questo panorama, a quattro anni dall'atterraggio nel cratere Gale, il 6 agosto 2012. La regione di guglie rocciose è stata chiamata Murray Buttes, in onore del planetologo Bruce Murray, che è stato direttore del Jet propulsion laboratory della Nasa, ed è scomparso nel 2013.

Il Vesuvio fuma, ma di veleni: la gente muore, e lo Stato è assente



by infosannio
Discariche abusive al Parco Nazionale del Vesuvio. Impennata di patologie polmonari, leucemie e altri tumori. Dati sconvolgenti. E ci si mette anche l’elettrosmog. Nell’indifferenza delle istituzioni
(di Marco Cesario - linkiesta.it) - Il Vesuvio brucia, il Vesuvio fuma. È il letimotiv di quest’estate e degli ultimi mesi. Ma non è il vulcano campano che si risveglia. Oggi, alle pendici di questo cono nero pur sempre minaccioso per tutti i comuni vesuviani, c’è qualcosa di altrettanto distruttivo e nocivo. Sono le numerose discariche di rifiuti tossici e rifiuti speciali pericolosi disseminate lungo il perimetro del Parco Nazionale del Vesuvio, tra pinete, strade caseggiati, vigne, campagne. Il peggio è che sopra questo potenziale distruttivo, seppellito nel sottosuolo, continuano a perpetrarsi roghi ed incendi di materiali, come se i luoghi non fossero già infernali e non provocassero di per sé abbastanza morte. Il luogo, visto dall’alto o da fuori, sembrerebbe un locus amoenus. Macchia mediterranea, pini marittimi e lontano il mare azzurro del golfo che digrada verso la costa e la penisola sorrentina. Eppure avvicinandosi alla terra e scavando dentro quelle profondità s’annida un male orribile, seppellito nei decenni vicino case, fattorie, campi coltivati.

L'orrore della guerra e i bambini kamikaze

 Sono sempre di più i bambini usati come potenziali kamikaze nelle fila dell'ISIS addestrati sin piccoli alle regole del terrore. Di Angela Caponnetto
22 AGOSTO 2016
 Nel film diretto da Clint Eastwood basato sulla vera storia del cecchino Chris Kyle, il marines pluridecorato sarà costretto a premere il grilletto e ad uccidere il bambino pronto a lanciare una granata su un convoglio americano in Iraq nella guerra che segue gli attentati dell’11 settembre. Non una fantasia cinematografica ma una realtà quella dell’uso sempre più frequente di baby kamikaze già utilizzati negli attentati terroristici in Medio Oriente, ma anche in Nigeria dove il gruppo fondamentalista Boko Haram da sempre usa piccoli attentatori suicida, uno su cinque ha meno di 15 anni. Ora i bambini sono diventati anche un piccolo esercito del 'Califfato'. Degli 89 attacchi suicidi compiuti da minorenni, almeno una decina di questi avevano tra gli otto e i nove anni. Li chiamano i Leoncini di Abu Bakr: il loro giovane cervello è facilmente plasmabile così gli si fa il lavaggio del cervello: vengono cresciuti a mitra e a  Corano nella sua versione deviata dalla ideologia dell’ISIS, per combattere gli 'infedeli occidentali' e all’occorrenza diventare «shahid», «martiri» oppure boia, messi in mostra in centinaia di video di propaganda del terrore. Il più piccolo ha solo  quattro anni.

Dove avrà mai trascorso il Ferragosto l’incontenibile Beppe Grillo?

by infosannio
(Alberto Dandolo per Dagospia.com)- Dove avrà mai trascorso il Ferragosto l’incontenibile Beppe Mao? Forse si sarà fatto due spaghetti con le vongole a Fregene con la sua sindaca preferita, quella Virginia Raggi alle prese con gli stipendi d’oro della sua neonata giunta? Avrà pranzato in un circolo M5S in quel di Alassio con la base del Movimento? Si sarà unito al tour per il 'no' al referendum del romano Di Battista, in giro per piazze e rifugi dolomitici? O forse avrà accompagnato l’ex gieffino e attuale comunicatore pentastellato Rocco Casalino ad officiare un matrimonio gayo? Macchè!Beppino ha scelto un 15 d’agosto ultra-godereccio e si è attovagliato a bordo di un enorme panfilo ormeggiato davanti alla sua adorata Porto Cervo.Se d'inverno non rinuncia alle nuotate con la sua gagliarda moglie nel mare keniota, l'estate grillina è solo in Costa Smeralda. L'anno scorso si faceva intervistare dal 'Financial Times' all'hotel Cala di Volpe, quest’anno ha preferito trastullarsi a colpi di “Vacchi dance” e champagne di prima scelta su uno yacht di circa 42 metri denominato ''Aldebaran''.Il panfilo in questione prende il nome da una stella appartenente alla costellazione del Toro e non appartiene a un armatore anonimo.

EUROPA LEAGUE SASSUOLO

Europa League, Sassuolo: Athletic da brividi. Genk e Rapid per il 2° posto
I neroverdi, inseriti nel girone F, possono sperare nel passaggio ai sedicesimi di finale. Dello stesso avviso l'a.d. Carnevali: "Il sogno deve continuare"
Fino a ieri sera quello europeo era solo un sogno, al fischio finale dell'arbitro spagnolo Fernandez Borbalan si è poi concretizzato in una solida realtà: dopo il Lucerna, Di Francesco e i suoi ragazzi eliminano anche la Stella Rossa e scrivono una pagina indelebile nella storia del Sassuolo, alla sua prima partecipazione in una competizione continentale. Inseriti (ovviamente) in quarta fascia, i neroverdi hanno avuto un'urna piuttosto agevole: vediamo quali saranno le avversarie da affrontare nel gruppo F. E proviamo a pensare (senza dirlo troppo forte) che il secondo posto e il relativo pass per i sedicesimi di finale siano lì, a portata di mano. "Questo sogno deve continuare, dobbiamo cercare di andare avanti e ci sono le possibilità di poterlo fare - ha ammesso l'a.d. neroverde Giovanni Carnevali ai microfoni di Sky -. Siamo contenti, possiamo fare qualcosa di buono".

Più vino meno polenta

by infosannio
L'Italia rinuncia a produrre mais. Al suo posto migliaia di ettari di viti
(Stefano Filippi - ilgiornale.it) - Se il Manzoni raccontava la «rivolta del pane», se il generale Bava Beccaris represse a cannonate la «protesta dello stomaco», oggi siamo a un passo dalla guerra per un altro tipo di grano: quello turco, il mais.Non è una battaglia sulla quantità, non esistono carestia o siccità. È questione di prezzo che precipita. Coldiretti e Confagricoltura sfornano statistiche drammatiche e alzano grida di dolore; i coltivatori non sanno più come fare per chiudere i bilanci almeno in pari.La Borsa merci telematica registra quotazioni in calo in tutti i principali centri di commercio nazionali all'ingrosso. Oggi il valore medio del granturco è di circa 196 euro la tonnellata.

La guerra al terrorismo mutilata dai “tagli lineari”

by infosannio
polizia(iltempo.it) - Gli altri Paesi Ue aumentano i fondi per la sicurezza, l'Italia combatte il jihadismo senza mezzi adeguati. Nella polizia organico insufficiente ed equipaggiamento logoratoIn Italia combattiamo il terrorismo senza mezzi adeguati. A differenza degli altri Paesi dell’Ue, Francia e Germania in testa, che hanno stanziato più fondi. Nel frattempo, continuano le minacce verso di noi, ultime quelle contro Roma scritte sui muri del porto di Sirte appena riconquistata ai miliziani dell’Isis. La Polizia di Stato, rappresentata dai sindacati, più volte ha manifestato...


venerdì 26 agosto 2016

Europa League, sorteggio: gruppo duro per Mourinho, Stramaccioni trova l'Ajax

Fenerbahce e Feyenoord per il Manchester United, il Panathinaikos del tecnico italiano dovrà vedersela anche contro Standard e Celta Vigo
Il Manchester United è la squadra favorita dell'Europa League, almeno al momento, in attesa di scoprire a dicembre le otto squadre che retrocederanno dalla Champions: ma il sorteggio non mette la strada in discesa a Mourinho e Pogba: Fenerbahce e Feyenoord sono tra le rivali più pericolose che potessero pescare. Va meglio allo Zenit (Az e Maccabi), mentre il Panathinakos di Stramaccioni (in quarta fascia) dovrà vedersela con Ajax, Standard Liegi e Celta Vigo.
Ecco i dodici gruppi
Gruppo A: Manchester United (Ing), Fenerbahce (Tur), Feyenoord (Ola), Zorya (Ucr)
Gruppo B: Olympiacos (Gre), Apoel Nicosia (Cip), Young Boys (Svi), Astana (Kaz)
Gruppo C: Anderlecht (Bel), St. Etienne (Fra), Mainz (Ger), Qabala (Aze)
Gruppo D: Zenit (Rus), Az Alkmaar (Ola), Maccabi Tel Aviv (Isr), Dundalk (Irl)
Gruppo E: Viktoria Plzen (Cec), ROMA, Austria Vienna (Aut), Astra (Rom)

A chi conviene un Sud arretrato?

by infosannio
(beppegrillo.it) - Il governo Renzi ha abbandonato il Sud Italia. La Commissione europea quest'anno ha finanziato 12 opere infrastrutturali nel nostro Paese e nessuna di queste si trova dove servono di più e cioè nel Sud Italia. La lista di queste opere è stata inviata dal governo Renzi, che evidentemente non ha a cuore gli interessi e lo sviluppo della parte più povera e arretrata del Paese.Il disastro ferroviario di Andria è stata solo l'ultima spia. Le cronache dei giornali si occupano già di altro.

Il fantasma di Grozny sui raid di Aleppo

Sei bombardieri russi Tupolev Tu-22M3 - ribattezzati dalla Nato con il più semplice nome di "Backfire"- , una base militare in Iran e il fantasma di Grozny. Sì, proprio Grozny, la capitale cecena la cui agonia sotto il fuoco dei cannoni di Mosca battezzò il passaggio all'anno 2000.Di queste nuove tessere si è arricchito oggi il puzzle mediorientale, segnando l'ennesima svolta per tutti della guerra in Siria, con l'ingresso in scena dell'Iran e un (sia pur limitato) accordo fra Usa e Mosca su Aleppo.La più rilevante di queste tessere ha a che fare con la base militare - vicino Hamadan, nell'Ovest dell'Iran - da cui sono partiti i bombardieri russi per attaccare le forze di opposizione al governo di Bashar al Assad in Siria. Forze sunnite, fra cui si contano varie sigle terroriste, compreso l'Isis.L' uso di queste basi aumenta notevolmente l'efficienza dell'attacco russo. I Tupolev infatti sono già impiegati in Siria, ma finora partivano da basi in Russia, mentre ora dall'Iran devono compiere un percorso di soli 400 km, riducendo così la lentezza delle operazioni. In Iran inoltre i russi, secondo quanto dichiarato dal loro ministro della Difesa, hanno invitato anche un certo numero di aerei Sukhoi-34: il che fa pensare a un'ulteriore intensificazione della campagna militare di Mosca su Aleppo

El Paìs: “In economia l’Italia è la nuova malata d’Europa, potrebbe trascinare nella crisi tutto il continente”

by infosannio
(huffingtonpost.it) - "In economia l'Italia diventa la nuova malata d'Europa". Con questo titolo lapidario il quotidiano spagnolo El Paìs mette in rilievo il problema della mancata crescita del nostro Paese, unito al debito pubblico ormai record.El Paìs fa propria l'analisi di Oxford Economics, secondo il quale "i maggiori rischi a breve termine (per la zona euro) si corrono in Italia. La combinazione di una crisi bancaria e politica può rappresentare una seria minaccia per il debole recupero europeo". Il pericolo, dunque, non sarebbe limitato alla Penisola ma potrebbe coinvolgere l'intero continente. E l'Italia fa paura."L'Italia è diventata il motivo principale delle preoccupazioni, poiché una ricaduta del Paese potrebbe avere conseguenze letali per tutta l'Unione", scrive il giornale spagnolo in un lungo articolo di analisi. "Si tratta del terzo paese più importante della zona euro, però la sua economia si trova al paolo dopo mesi di lieve miglioramenti e i dati di Eurostat sono peggiori di quanto si pensasse".

La Corte costituzionale ribadisce che qualsiasi disciplina urbanistica è subordinata alla pianificazione paesaggistica.

by Gruppo d'Intervento Giuridico
Importante sentenza della Corte costituzionale in materia di rapporti fra normativa di tutela del paesaggio e disciplina urbanistica.Con la sentenza n. 189 del 20 luglio 2016 il Giudice delle leggi ha deciso riguardo il conflitto di attribuzione ex art. 127 cost. sollevato dallo Stato riguardo la legge regionale Sardegna n. 21 del 21 novembre 2011, di integrazione e modifica di un complesso di norme regionali portanti il c.d. piano per l’edilizia sardo (leggi regionali n. 19/2011, n. 4/2009, n. 28/1998, n. 22/1984 e altre norme di carattere urbanistico).Se è vero, infatti, che è stata dichiarata incostituzionale soltanto la disposizione che prevede il posizionamento “libero” di roulotte e case mobili in strutture turistico-ricettive, si tratta per le restanti parti di una sentenza interpretativa di rigetto, indicando quale sia l’unica interpretazione costituzionalmente legittima delle altre disposizioni regionali impugnate.E l’interpretazione cogente indicata dalla Corte costituzionale è quella che vede, ancora una volta, le norme di tutela paesaggistica (e quelle del piano paesaggistico, in particolare) prevalere sulle disposizioni regionali urbanistiche.La disposizione giudicata costituzionalmente illegittima è l’art. 20 della legge regionale n. 21/2011 che sostituisce il comma 4 bis dell’art. 6 della legge regionale 14 maggio 1984, n. 22 (Norme per la classificazione delle aziende ricettive), introdotto dalla legge regionale n. 3/2009 (Disposizioni urgenti nei settori economico e sociale).

alessandria piste ciclabili

ARGINI TANARO AD ALESSANDRIA

Champions League 2016-17: i sorteggi di tutti i gironi, la Juventus di Dybala contro il Siviglia di Vazquez. Va bene al Napoli

Al Napoli va di lusso: i partenopei pescano il Benfica e la Dynamo Kiev. Per la Juventus, il Siviglia e il Lione.
Questo pomeriggio, al Grimaldi Forum di Montecarlo, sono stati sorteggiati i gironi dell’UEFA Champions League. Va più che bene, almeno sulla carta, a Juventus e Napoli che evitano le big temute alla vigilia. I bianconeri pescano il Siviglia in un doppio duello che vedrà di fronte i due ex Palermo, Paulo Dybala e Franco Vazquez. Per il Napoli, invece, il Benfica e la Dynamo Kiev.
Di seguito tutti i gironi al completo.
Gruppo A: Paris Saint-Germain, Arsenal, Basilea, Ludogorets
Gruppo B: Benfica, NAPOLI, Dynamo Kiev, Besiktas
Gruppo C: Barcellona, Manchester City, Borussia Monchengladbach, Celtic
Gruppo D: Bayern Monaco, Atletico Madrid, PSV Eindhoven, Rostov
Gruppo E: CSKA Mosca, Bayer Leverkusen, Tottenham, Monaco
Gruppo F: Real Madrid, Borussia Dortmund, Sporting Lisbona, Legia Varsavia
Gruppo G: Leicester, Porto, Brugge, Copenaghen
Gruppo H: JUVENTUS, Siviglia, Lione, Dinamo Zagabria


LUCIANO DE CRESCENZO: 88 CANDELINE PER IL PROFESSOR BELLAVISTA

IN TV NARRATORE DI PROGRAMMI SU MITI E LEGGENDE GRECHE
 Negli ultimi anni - lo scrittore-regista - si vede sempre meno in pubblico a causa della prosopoagnosia, l'incapacità di riconoscere i volti, anche quelli familiari
18 agosto 2016 "La sera ceno con qualcuno e il giorno dopo, se l’incontro, non so chi sia". Così Luciano De Crescenzo - in una intervista del 2014 - parlando del problema che lo affligge: la prosopoagnosia, l'incapacità di riconoscere i volti, anche quelli familiari. Per questo, forse, da qualche anno è sparito dai salotti televisivi e dai rotocalchi. Lo scrittore, regista, attore compie il 20 agosto, 88 anni, un bel traguardo, fatto di tanti riconoscimenti e soddisfazioni. Lo scrittore: boom di vendite con "Così parlò Bellavista" De Crescenzo - grazie anche alla partecipazione al programma di Maurizio Costanzo, "Bontà loro", fece registrare un boom di vendite con "Così parlò Bellavista", pubblicato nel 1977: vendette più di 600.000 copie e fu tradotto anche in giapponese, diventando un vero e proprio caso letterario. Tra il 1977 e il 2000, Luciano De Crescenzo è diventato un autore di successo internazionale, pubblicando venticinque libri, vendendo 18 milioni di copie nel mondo, di cui 7 milioni in Italia. Le sue opere sono state tradotte in 19 lingue e diffuse in 25 paesi. Nel 1998, con l'opera Il tempo e la felicità edita da Mondadori, vince il Premio Cimitile. Segue una lunghissima serie di romanzi ("Sembra ieri" del 1997, "La distrazione" del 2000), cui si aggiungono opere di saggistica ("Storia della filosofia greca" - "I Presocratici" del 1983, "Storia della filosofia greca -

Patrizia Cannazza, curriculum letterario

Alessandria Post è lieta di pubblicare la biografia della scrittrice e poetessa Patrizia Cannazza.
Anima salentina e due occhi curiosi affamati di vita. Attratta da tutto ciò che riguarda i sentimenti, mi piace esplorare l’animo umano per cercarne i lati più intimi, nascosti e sfuggenti. Un lavoro duro, difficile, perché la nudità dell’anima fa paura… ma affascina! Così il lettore è spinto a guardarsi dentro senza veli, con grande onestà perché la Ragione non è sempre la migliore consigliera nella vita…
Vivo nel Salento e il legame con il sud, il Mediterraneo, è sempre stato e rimane fortissimo. Se ne sente il calore, il sapore, l’odore nei miei romanzi, in gran parte ambientati proprio nella mia terra.
Passionale per natura e razionale per necessità…un carattere apparentemente docile che in realtà nasconde una grande forza e capacità di adattamento alle intemperie della vita.
In sintesi mi ritengo una donna che, come le protagoniste dei miei romanzi, sa vivere di emozioni, di sentimenti, di gioie e dolori. Capace (non senza difficoltà) di accettare il proprio passato e di perdonarsi, trasformando le avversità, che comunque fanno parte della vita, in vere e proprie opportunità e prendendo da queste nuovi slanci e nuovi entusiasmi.
Nella vita di tutti i giorni opero in ambito sanitario in libera professione. Dopo essermi diplomata presso il Liceo Psico-Pedagogico Sociale(Le), conseguo la laurea in Podologia presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Pisa e presso lo stesso Ateneo conseguo il diploma di Master in Posturologia Integrata. 

Bonifiche ambientali ancora da fare, rischi ambientali e sanitari. Discariche di residuati bellici non bonificate nel poligono militare di Capo Teulada.


 by Gruppo d'Intervento Giuridico
Importante audizione presso la Commissione parlamentare di inchiesta sugli effetti dell’utilizzo dell’uranio impoverito lo scorso 20 luglio 2016.Sono stati sentiti Annibale Biggeri, docente di statistica medica dell’Università degli Studi di Firenze, nonché consulente della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari riguardo un procedimento penale in corso, e Massimo Cappai, dirigente dell’A.R.P.A.S.Per il prof. Biggeri è importante evidenziare alcune conclusioni dei suoi lavori: “il profilo di salute della popolazione che risiede in questi due comuni (Teulada e S. Anna Arresi, n.d.r.) non mostra eccessi nel periodo indagato, che è dal 2000 al 2013, se si escludono le malattie respiratorie e i tumori del sistema respiratorio negli uomini … c’è una minor mortalità generale del 10 per cento rispetto alla media regionale”.   Inoltre, “all’interno dei due comuni ci sono delle differenze di rischio di malattia. Le aree all’interno dei due comuni sono definite in funzione della distanza degli insediamenti abitativi rispetto alle attività militari che hanno luogo nel Poligono. 

La Regione Umbria respinge definitivamente la centrale eolica sul Monte Peglia.



by Gruppo d'Intervento Giuridico
Il Monte Peglia è una delle parti pregiate del paesaggio dell’Umbria, a due passi da Orvieto e sovrastante la valle del Tevere.  In parte è già deturpato da ripetitori televisivi.Ricco di boschi e di fauna di particolare interesse, è tutelato con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) ed è inserito nel Sistema territoriale di interesse naturalistico ambientale (S.T.I.N.A.) del Monte Peglia e Selva di Meana (legge regionale n. 29/1999 e s.m.i.).Al termine del procedimento di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.), la Regione Umbria ha ora respinto i progetti di due centrali eoliche proposte dalla società napoletana Innova Wind s.r.l., con deliberazione n. 795 dell’11 luglio 2016.E’ anche il risultato di una decisa e tenace azione di contrasto da parte di associazioni e comitati ecologisti.

giovedì 25 agosto 2016

Parapendio europeo: trionfo francese e due medaglie per gli azzurri

Parapendio europeo: trionfo francese e due medaglie per gli azzurri
Dai campionati europei di parapendio i piloti della nazionale italiana tornano con una medaglia d'argento nell'individuale maschile, grazie a Joachim Oberhauser, pilota di Termeno (Bolzano), e quella di bronzo a squadre.
Se per l'Italia è stato un successo, per la Francia ed i piloti francesi il 14th European Paragliding Championship è stato un trionfo: tutte loro le medaglie d'oro e pure l'argento femminile!
E' Honorin Hamard il nuovo Roi Soleil del parapendio, seguito da Joachim
Oberhauser e dallo spagnolo Xevi Bonet Dalmau; la regina si chiama Seiko Fukuoka Naville, pilota d'origine nipponica trapiantata oltralpe, seguita dalla connazionale Laurie Genovese e da Klaudia Bulgakow (Polonia).
Classifica a squadre: Francia, Germania, Italia, Spagna. 
La gara è stata ospitata nella cittadina di Krushevo in Macedonia. Delle dieci giornate di volo in programma ne sono state volate nove da 150 piloti
in rappresentanza di 30 nazioni, compresa l'agguerrita pattuglia di 19 donne. Tra i 72 ed i 115 chilometri la lunghezza dei nove percorsi contraddistinti da punti salienti del territorio da aggirare e contrassegnare tramite GPS.

Concorso IL SEGRETO DELLE FRAGOLE 2017

Concorso IL SEGRETO DELLE FRAGOLE 2017
Concorso per la selezione delle migliori poesie da inserire nell’Agenda poetica IL SEGRETO DELLE FRAGOLE 2017
Il tema che caratterizzerà l’Agenda poetica IL SEGRETO DELLE FRAGOLE 2017  sarà improntato sull’“essere onesti”, gesto quanto mai controverso nel tempo corrente ove le relazioni – entro le comunità, dal micro delle famiglie al macro dei continenti e del pianeta – sembrano costruite sull’interesse privato piuttosto che sul bene comune, con il costante tradimento di principi quali la lealtà, la trasparenza, l’attenzione all’altro.
Considerato l’ampio riscontro e l’elevato gradimento riservato alle precedenti edizioni, LietoColle rinnova il bando per partecipare alla realizzazione del poetico diario Il segreto delle fragole 2017un volume, dalla pregiata veste grafica, che conterrà Poesia per un anno. Anche questa edizione sarà illustrata da un fotografo-artista di chiara fama.
LietoColle invita alla partecipazione gratuita tutti coloro che praticano la scrittura poetica, mediante l’invio dei propri elaborati come segue: numero due poesie sul tema “essere onesti” (massimo 28 versi ciascuna –comprese spaziature interne ai versi, titolo e nome autore. La scadenza per l’invio delle poesie è fissata al 30 settembre 2016.

cose

by willyco
Allo spirito delle cose chiediamo d'orientare i passi,
verso giorni col tempo che rallenta,
e vogliamo desideri da incrociare con rossore,
sogni che si svegliano,
improvvisi batticuore,
attese e incontri attesi,
insomma ciò che viene
purché bella sia la storia del nostro amato amore.

All’UPO da lunedì 29 Agosto aprono le immatricolazioni

All’UPO da lunedì 29 Agosto aprono le immatricolazioni
Tra le novità dell’anno accademico 2016-2017 nuovi servizi e agevolazioni per gli studenti. 
L’Università del Piemonte Orientale dà il via all’anno accademico 2016-2017; da lunedì 29 agosto, fino al 30 settembre, saranno aperte le immatricolazioni ai 34 corsi di laurea – triennali e magistrali a ciclo unico – seguendo le indicazioni riportate sul sito di Ateneo www.uniupo.it e recandosi agli sportelli delle segreterie studenti.
Sul fronte della didattica la novità da segnalare è che i corsi di laurea magistrale a ciclo unico in Farmacia e in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, erogati a Novara dal Dipartimento di Scienze del Farmaco, saranno ad accesso libero e non più ad accesso programmato locale.
Ci sono importanti novità per quanto riguarda i servizi, a partire da quelli abitativi. L’UPO infatti mette a disposizione dei propri studenti 65 posti letto, 40 in camera doppia presso la residenza universitaria “Dal Pozzo” di Vercelli e 25, suddivisi in camere doppie e singole, presso la residenza “Perrone” a Novara.

Terremoto: come in un Paese del terzo mondo

foto: http://www.ilpost.it/
"A proposito del terremoto che ha duramente colpito diverse località dell'Italia Centrale, ha ragione da vendere il geologo Mario Tozzi nel sostenere (su Huff. Post) che una scossa di magnitudo 6 non dovrebbe provocare i morti e le distruzioni che, invece, dopo il sisma che ha sconvolto pochi anni fa l'Aquila, si stanno, nuovamente, registrando. 
In Italia continua a mancare un serio programma di manutenzione preventiva nelle zone che si sa essere a rischio sismico, come la dorsale appenninica. Non può che creare stupore il fatto che in una zona riconosciuta fortemente sismica non si sia fatto quasi nulla per impedire che una scossa di magnitudo 6 faccia, addirittura, crollare un ospedale, come è accaduto ad Amatrice.

Caro Pigliaru, non è questo Patto che cambierà la storia della Sardegna ma un nuovo Statuto di sovranità e una nuova legge elettorale

by vitobiolchini
Sassari, 29 luglio 2016
Il Patto per la Sardegna firmato a Sassari da Matteo Renzi e Francesco Pigliaru non è né quell’atto “storico” evocato dal rettore dell’Università di Sassari Massimo Carpinelliné quell’”imbroglio” di cui parla l’ex presidente della Regione Ugo Cappellacci. Probabilmente è un buon risultato per l’isola, perché un miliardo e mezzo di risorse aggiuntive (il resto sono fondi ordinari che sarebbero arrivati comunque, a prescindere dai due presidenti) di questi tempi non sono da buttare via.Dato atto a Pigliaru il merito di questo successo (uno dei pochi di questi suoi primi due anni e mezzo di governo) e preso e portato a casa questo miliardo e mezzo, si tratta di capire come verrà investito: per fare cosa e in quali tempi.

Il duo Bianchi–Demicheli nel concerto di sabato 27 agosto per “Alessandria barocca e non solo...”

Il duo Bianchi–Demicheli nel concerto di sabato 27 agosto per “Alessandria barocca e non solo...”
Appuntamento a Palazzo Cuttica di Alessandria per un “Viaggio musicale dall’Europa al Nuovo Mondo, alla ricerca dell’emozione” 
I percorsi dell’edizione 2016 di “Alessandria Barocca e non solo…” per la valorizzazione artistica e musicale nelle Chiese ed edifici storici di Alessandria e provincia continuano con un nuovo appuntamento tutto “alessandrino” all’insegna delle più intense emozioni musicali, realizzato in collaborazione con il Comune di Alessandria (Assessorato ai Beni e Politiche culturali). 
Sabato 27 agosto alle ore 21.00, a Palazzo Cuttica (via Parma 1 – Alessandria, concerto ad ingresso libero e gratuito), accompagnati dal Duo Marcello Bianchi (violino) – Daniela Demicheli (pianoforte), gli spettatori potranno metaforicamente “chiudere gli occhi” (“Ad occhi chiusi…” è appunto il titolo dato a questo importante evento concertistico) ed essere trasportati in un “Viaggio musicale dall’Europa al Nuovo Mondo, alla ricerca dell’emozione”.
Le composizioni che verranno infatti proposte al pubblico dal Duo Bianchi-Demicheli sono di F. Kreisler, A. Piazzolla, V. Monti, J. Williams, S. Fain, C. Gardel, E. Granados, S. Rachmaninov, J. Brahms, C. Chaplin. Si tratta di una scelta di repertorio molto suggestiva che consentirà di gustare — quasi come in un vero e proprio viaggio estetico-emozionale — le atmosfere della musica di F. Kreisler della salottiera Vienna del primo ‘900, così come gli improvvisi sbalzi d’umore e la travolgente ritmica delle Danze Ungheresi di J. Brahms e S. Rachmaninov, senza dimenticare la struggente malinconia e la passione del tango argentino di A. Piazzolla e C. Gardel o il calore del folklore spagnolo evocato da E. Granados... 

L’indipendenza di camminare a piedi.

by Marco
Il mio post sulla decisione di vendere la macchina dello scorso giugno (qui) ha suscitato diversi commenti e mi è piaciuto molto questo articolo segnalato da ammennicoli sul mestiere di ciclista/genitore, che si può applicare anche a podista/genitore (pur se podisti e ciclisti si vedono fra di loro come cane e gatto).Il resto dei commenti poneva invece l'accento sull'indipendenza data dal possesso dell'auto ed è una reazione comprensibile perchè, senza rendercene conto, tutti siamo condizionati dalla macchina. A me per capirlo c'è voluto un percorso lungo, fatto di tanti anni, che vi racconterò in breve.

Michelle canta l'incanto, by Loredana Mariniello

Michelle canta l'incanto
Michelle canta l'incanto del momento,
non si accorge dello sguardo attento
di chi la guarda con il cuore tutto in fermento.
Valter l'ascolta colto da vivo rapimento,
musica come unguento, placa il tormento.
Ma la divina stella del firmamento,
altrove cerca colui che lenirà il suo pianto,
intanto si esibisce in elegante vanto.
L'anima le si palesa,
trasfigurando il volto suo santo,
canta e reclama a se
chi non le è accanto,
canta ed è lento
il flebile lamento
Da quell'angelica voce,
l'amore vola via audace,
come uccello rapace
imprigionato in una veliera,
magia dell'arte che non tace,
il sentimento che vuol mostrarsi felice.
Sì che ciò che il cor conserva,
bocca non dice,
ma l'ugola mendace
inneggia traditrice,
svelando il segreto vivace,
mentre gli occhi immobili si fermano
sul sorridente viso che alla regina piace.
dalla pagina facebook Uno per tutti, tutti per uno




IN PARTENZA, Emozioni e sentimenti- Rosaria Storti

IN PARTENZA
Mi sono riempita gli occhi
dei loro visi
stringendo forte in un abbraccio
tutti i sorrisi,
mi portavo nel cuore
tutto l' amore
che trasmetteva lo sguardo
ormai al traguardo;
sentivo un sentimento d' abbandono,
che chiedeva perdono
per quella smania di restare
ma, nel contempo, di andare
per interrompere, andando via,
quel momento di grande nostalgia;
sentivo una voglia di scappare
ma un desiderio del capo voltare,
per guardare ancora e ancora
quei sorrisi
per stringerli al cuore forte con sospiri.
Ora son scomparsi alla vista,
l' aereo è pronto sulla pista;
ci rivedremo presto?
Lo spero e nutro la speranza
aspettando il tempo che avanza.
R.S# oggi ( ho lasciato sedimentare il dolore
del distacco ) 23/ 08/ 2016

dalla pagina facebook Uno per tutti, tutti per uno

Notte estiva, by Antonella La Frazia

Notte estiva
La calda carezza
del vento,
mi porta parole
mai udite.
Sussurri d'amori finiti.
Profumi di fiori speziati.
Mi specchio alla luna,
Sublime ed eterne fanciulla,
solitaria sorella.
Custode di sogni brucianti
d'amanti nascosti.
Sospiri fra i glicini in fiore,
piangenti
sul muro divelto.
Compagna di notti sospese
e senza sorriso.
Ti guardo baciare la terra,
sfiorare i solchi ed i fiumi,
tuffarti nel pozzo più nero.
Tu cerchi il tuo amore,
spezzato alla vita.
Vana speranza
agli umani,
vana speranza
agli dei.
Viviamo
d'attese e ricordi,
gemiamo
in eterna ricerca
e inane illusione
La Frazia Antonella
dalla pagina facebook Uno per tutti, tutti per uno



Ombre del nostro cammino, Rita Donatini

Ombre del nostro cammino
Una carezza sfiora il viso
alito di vento
a rabbrividir la pelle.
Mi parli sommesso,
dolcemente intrigante
nel filo di voce,
intimo preludio
d'un caldo abbraccio.
Con un bacio asciughi
la salata goccia
che passeggia sulla gota,
assaporando il dolore
che l'anima attanaglia.
Perché?
Perché non entri nell'anfratto
del mio cuore?
Perché non ti fermi ad ascoltare
il battito sommesso?
Perché l'incomprensione
è sempre nostra compagna?
Domande senza risposta
percorrono il viale,
ombre del nostro cammino.
Rita Donatini@ 24 Agosto 2016

dalla pagina facebook Uno per tutti, tutti per uno

Palazzo Chigi, gli obiettivi dei dirigenti? Tutti raggiunti al 100%. E fioccano premi di risultato

by triskel182
Istat certifica la "crescita zero" e intanto i collaboratori del premier al Dipartimento per la programmazione e coordinamento della politica economica conseguono i risultati al 100%. La sola Manzione ottiene così 80mila di “variabile” e 34mila di premio, arrivando a guadagnare 93mila euro più di Renzi che l’ha nominata. Il “tutti bravi-tutti promossi” urta però con la realtà oggettiva dei dati. Non senza prove di sciatteria e obiettivi senza senso, ovviamente raggiunti.

Solo per oggi

by sisugio
Solo per oggi voglio
essere invisibile,
la mia anima ha bisogno
di silenzio, non vuole
lamentele né lodi
non vuole parole,
che tanto non sente.

mercoledì 24 agosto 2016

Vuoi collaborare con il blog?


by Pier Carlo Lava
Se ti piace scrivere e vedere pubblicato quello che scrivi, puoi inviare i tuoi articoli, recensioni, racconti, poesie, segnalazioni, ecc. anche con foto, al seguente indirizzo e-mail, piercarlolava@gmail.com verrano pubblicati gratuitamente (a insindacabile giudizio della redazione) sul blog: 
Alessandria Post: http://piercarlolava.blogspot.it

Giovani Padani al Pian del Re per il giuramento

Giovani Padani al Pian del Re per il giuramento
I GIOVANI PADANI TORNANO AL PIAN DEL RE PER IL CONSUETO GIURAMENTO ALLA SORGENTE DEL PO. PRESENTI IL SEGRETARIO PIEMONTESE MOLINARI ED I GIOVANI COORDINATORI GASTALDI E CRIPPA.
Il rientro dalle vacanze estive non potrebbe essere migliore per i Giovani Padani Piemontesi.
«Venerdì 26 Agosto ci ritroveremo come di consueto sull'altopiano dal quale nasce il sacro fiume Po – spiega Gastaldi, recentemente eletto Coordinatore Nazionale del Movimento Giovani Padani del Piemonte – ci sarà la tradizionale cena al rifugio “Pian del Re” gestito da Aldo Perotti a base di antipasti, polenta concia e dolce. Al calar della notte - prosegue - ci riuniremo con tutti i ragazzi per giurare fedeltà a quei valori che ci hanno fatto avvicinare al partito, tra i quali gli ideali di libertà ed indipendenza. Sarà anche l’occasione per darci la carica verso l'obiettivo caldo dell'autunno venturo: il no al refeRENZIUm, come è stato più volte ribattezzato dal nostro leader, Matteo Salvini
Alla serata saranno presenti, oltre a Flavio Gastaldi, anche il Commissario Federale M.G.P. Andrea Crippa e il forte leader del carroccio piemontese e Segretario della Lega Nord Piemont Riccardo Molinari.

Il week-end leghista proseguirà nella giornata di Sabato 27 con l'assemblea del movimento giovanile di Cuneo presso la sorgente del Fiume Po. I coordinatori locali della Provincia si riuniranno per esporre e per creare la linea del movimento giovanile da perseguire nei mesi a venire. All'interno della stessa assemblea verrà ratificata la nomina a coordinatore Provinciale del giovane Saviglianese Matteo Gagliasso, nonchè dei membri del direttivo.

Carne felice: allevati bene, mangiati meglio

Carne felice: allevati bene, mangiati meglio
Allevamento etico: la nuova frontiera della truffa del marketing dell'industria della carne
«I peggiori sostenitori della schiavitù sono coloro che trattano bene gli schiavi», è scritto in ‘L’anima dell’uomo sotto il socialismo‘, un saggio del 1891 firmato da Oscar Wilde. In effetti, l’obiettivo che si pone qualsiasi movimento abolizionista di qualsiasi schiavitù è proprio quello di eliminarla, non di accettare possibili migliorie offerte dagli schiavisti, rischiando di cadere in una trappola da cui sarebbe difficile uscire. Se gli schiavi hanno cibo, casa, qualche diritto qua e là, a chi verrebbe in mente di cambiare la loro situazione? E’ la stessa trappola che si tende ai consumatori abbagliandoli con la frottola della carne ‘felice‘, vale a direquella che ci arriva dall’allevamento cosiddetto ‘etico‘, un concetto che va imponendosi in maniera subdola come alternativa all’allevamento industriale.
Si legge sul sito web dell’allevamento etico: «ALLEVAMENTO ETICO significa crescere gli animali nel rispetto delle loro abitudini etologiche, evitandone sofferenze ingiustificate. Questo portale si propone come luogo di riflessione sul tema e come luogo di ricerca di alternative possibili all’allevamento intensivo».

IL PROCESSO MEDIATICO A UN INDIANO

foto: http://www.tgcom24.mediaset.it/
by Elvio Bombonato
L'EVENTO
Martedì 16 agosto, nel pieno pomeriggio, sull'affollatissima spiaggia di Scoglitti a Ragusa, un indiano di 43 anni (col permesso di soggiorno in scadenza, già diffidato, che viveva facendo tatuaggi lavabili sulla spiaggia) prende in braccio una bimba cinquenne e la porta a spasso per 10 metri, rimanendo nel luogo.  I genitori si riprendono la figlia, mentre l'indiano scappa.  Rintracciato dai carabinieri, viene portato in caserma, tenutovi per la notte,  rilasciato dal P.M. (una signora).  Successivamente viene richiamato (aveva fornito il suo recapito alle Forze dell'Ordine), interrogato per 7 ore, e nuovamente rilasciato.  La ricostruzione dell'evento, è più o meno questa, in tutti i media, fondata sulla dichiarazione  fatta da un amico della famiglia  ai carabinieri, chiamati col cellulare.
Certamente non avrebbe dovuto farlo:  ero brillo, si è giustificato, volevo giocare un po' con lei.
Non capisco quale sia il reato penale da lui commesso.  Un reato di presunte intenzioni.  E se a prendere in braccio la bimba fosse stata una suora, una vigilessa, una poliziotta, un'assistente sociale, una pediatra, sarebbe successo qualcosa?  In Italia i reati penali si valutano in base all'età, al sesso, all'etnia, al ruolo sociale ricoperto dell'indagato?
La madre afferma:" Si è fermato perché noi l'abbiamo bloccato; la teneva molto stretta a sé".
IL RUOLO DEI MEDIA (I QUALI OMETTONO PURE IL DOVUTO: " PRESUNTO")
Non riporto le date, perché sono tutte comprese tra il 21 e il 23 agosto 2016.
Calderoli: "Vicenda vergognosa; chiedo l'intervento del Presidente Mattarella" (Repubblica).
Meloni: "L'Italia di Renzi lascia un clandestino libero di fare i comodi suoi" (Repubblica).
Gasparri: "Reintrodurre il reato di immigrazione clandestina" (Messaggero);   al Ministro Orlando “fare luce su quanto accaduto a Ragusa” (La Stampa).
Santanchè: "Il P.M. è in preda a una schizofrenia totale" (Messaggero).