sabato 25 marzo 2017

L’Alessandria batte il Racing Roma e allunga a +6 sulla Cremonese


Una sola squadra in campo, l’Alessandria, che batte 2 a 1 il Racing Roma e allunga a +6 sulla Cremonese.
La prossima partita vedrà i Grigi in casa con il Giana Erminio un altra occasione per tentare di allungare ulteriormente in classifica.
Lega Pro girone a, 12° di ritorno, i Grigi hanno incontrato al Moccagatta il Racing Roma, la cronaca della partita in diretta con Federica Ghisolfi.
audio:

Miriam Maria Santucci - PACE CAMPESTRE

Miriam Maria Santucci - VORREI

Tiziano Ferro - Il Conforto ft. Carmen Consoli

è giunta la primavera di Gianni Regalzi

VOLA IL PENSIER MIO -Gianni Regalzi

L’Arc. Paolo Bellora presenta i dettagli della ristrutturazione dell’ex Cinema Moderno


Alessandria: Il cinema Moderno era stato costruito nel 1914, con successivi interventi dopo i bombardamenti, nel 1964 e dopo l’alluvione del 1992, poi chiuso definitivamente nel 2007. Nella struttura non ci sono manufatti in amianto. L’impresa che realizzerà i lavori è la PLT di Alessandria, tempo previsto un anno, i lavori sulla struttura terranno conto delle norme anti sismiche. Gli eventuali vincoli delle Belle Arti sulla struttura potrebbero essere previsti solo per la facciata, in tal caso caso verranno rispettati.




Le donne nei consigli regionali

In nessuna regione italiana si raggiunge il 40% di donne nell’assemblea elettiva. Nonostante la maggior parte delle leggi elettorali regionali preveda meccanismi per incentivare l’equilibrio di genere. Il risultato migliore spetta all’Emilia Romagna, dove le consigliere sono il 32%.  Il 40% è la soglia minima che uno dei due sessi deve raggiungere negli organi decisionali perché questi siano considerati equilibrati dal punto di vista del genere. Nessuna regione italiana arriva a questa soglia nei consigli regionali e a mancare sono sempre le donne. Il risultato migliore spetta all’EmiliaRomagna, che arriva a un 32% di consigliere.Risultati non brillanti, per di più spesso ottenuti anche grazie alle leggi elettorali regionali, che in molti casi prevedono specifici meccanismi per incentivare l’equilibrio di genere. Solo 4 regioni non prevedono dispositivi di questo tipo, mentre in Calabria la legge elettorale indica solo un generico principio senza prescrizioni esatte, e infatti le donne sono in assoluta minoranza: il 6,45% dell’assemblea. Invece in Piemonte, nonostante l’assenza di incentivi, si raggiunge comunque un 25,49% di consigliere. Il record negativo è invece della Basilicata, dove l’organo è completamente mono-genere, cioè tutto maschile. Continua a leggere…..

Qualificazioni Mondiali 2018: Italia-Albania 2-0. De Rossi e Immobile in gol

La Nazionale di Ventura va in campo col 4-2-4 e vince, tenendo il passo della Spagna. Gara sospesa nella ripresa per quasi 10 minuti: fumogeni lanciati da un gruppo di tifosi albanesi
L'Italia di Ventura non sbaglia: a Palermo, batte 2-0 l'Albania e tiene il passo della Spagna in vetta al gruppo G di qualificazione al Mondiale 2018. Lo fa in una serata strana, segnata anche dalla sospensione temporanea del match nella ripresa per i fumogeni lanciati da un gruppo di ultrà albanesi. Ma sono tre punti pesanti, che dovrebbero blindare il secondo posto utile per gli spareggi, in attesa di cercare il colpaccio a settembre in terra iberica.
LE SCELTE — Ventura non si discosta dalla formazione provata con più continuità a Coverciano: la virata sul 4-2-4 è confermata. Dunque Candreva e Insigne esterni da doppia fase, con Immobile-Belotti attaccanti centrali. Alle loro spalle le coppie Verratti-De Rossi e Barzagli-Bonucci, con Zappacosta e De Sciglio laterali della linea a quattro. Invece De Biasi, che pure non ha tantissime alternative, disegna un’Albania a sorpresa: senza centrali difensivi titolari il c.t. albanese si affida al duo "italiano" Veseli-Ajeti (Empoli-Torino), ma abbassando in mezzo a loro Kukeli. E’ difesa a tre, o meglio 4-5-1 con il napoletano Hysaj a spingere a destra e Agolli sull’altra fascia e con Çikalleshi unica punta, ad aprire spazi per le rare incursioni centrali dell’ex granata (oggi al Bari) Basha e Memushaj (Pescara) e dalle fasce di Lila e soprattutto Roshi, che gioca sempre uno contro uno su Zappacosta e sulle "uscite" di Barzagli ed è nettamente il più pericoloso dei suoi. Continua a leggere….

"Pace e prosperità: i primi 60 anni della giovane Europa"

Bernhard Url, direttore esecutivo dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare, ci scrive in occasione dell'anniversario dei Trattati di Roma
Il 60 ° anniversario dei Trattati di Roma ci dà l'occasione per riflettere non solo sul futuro dell'Unione europea, ma anche sulle sue conquiste passate. Quando penso a ciò che significa avere 60 anni per una persona, mi viene in mente un’età matura. Ma per una civiltà vuol dire essere ancora giovane. La durata media di una civiltà è di circa 330 anni; alcune hanno addirittura raggiunto l’eccezionale durata di 1.000 anni. In confronto, la sessantenne Unione europea è ancora una bambina, piena di curiosità, in rapido sviluppo e con un brillante futuro che l’attende.Oggi, quando alcuni dei più basilari principi che reggono le nostre democrazie ed economie sembrano in pericolo, vale ancor più la pena ricordare a noi stessi da dove veniamo, cosa è migliorato in appena una o due generazioni, e in che modo l'UE ha cambiato le nostre vite al meglio, come accade di solito con l'arrivo di un bambino.In un recente incontro con l’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale, che questo mese ha passato le consegne della presidenza della Rete delle agenzie UE all'EFSA, si è discusso di Unione e di come sia cambiata la nostra vita rispetto a quella dei nostri genitori e nonni. Ciò mi ha fatto pensare a una storia personale che dà l’idea dell'influsso che l'UE ha avuto sulla mia vita. Continua a leggere….

Se gli Usa aprono la via dei tagli alla cooperazione internazionale

Gli impegni ufficiali dei paesi Ocse dovrebbero portare ad aumentare le cifre per l’aiuto pubblico allo sviluppo. Ma la maggiore potenza mondiale ha annunciato di aumentare le spese militari tagliando per lo più le risorse destinate ai programmi per lo sviluppo.L’amministrazione Trump ha annunciato un aumento di 54 miliardi di dollari a favore delle spese militari, da reperire tagliando ad altre voci di spesa. E tra i principali capitoli di bilancio su cui cadrà la scure potrebbe esserci la cooperazione internazionale. La presentazione del budget ufficiale è prevista per i prossimi giorni, ma nel frattempo si sono rincorse diverse voci sul proposito di spostare una fetta importante del budget americano a favore del riarmo, a spese per lo più di diversi programmi internazionali.Secondo le dichiarazioni, infatti, l’incremento di risorse da destinare alla spesa militare non sarà un’ulteriore fonte di spesa, quanto uno spostamento da altre voci di bilancio, tra cui la cooperazione internazionale. Si temono dunque tempi bui per il settore della cooperazione e da più parti è stata espressa forte preoccupazione per un taglio che potrebbe essere del 37% a tutto il settore diplomatico e degli aiuti umanitari.Le intenzioni sono ribadite sui siti istituzionali, dove si legge dello sforzo intrapreso per il 2017 di ricostruire il settore militare, così come da intenti programmatici.Sul sito dell’Usaid (U.S. Agency for International Development), l’agenzia statunitense dedicata allo sviluppo internazionale, sono pubblicate le relazioni con le richieste di spesa annuali inviate al congresso. E per il 2017 la proposta di spesa complessiva è di oltre 50 miliardi di dollari, di cui circa 35 miliardi dovrebbero essere destinati ai programmi di cooperazione internazionale. Ma si tratta appunto di una richiesta, riferita all’anno in corso e presentata quando alla presidenza degli Stati Uniti c’era ancora Obama. Continua a leggere…..

Didiario – Suggeritori di libri: presentazione a Palazzo Caterina Silvia Fiore

Didiario – Suggeritori di libri: presentazione a Palazzo
Caterina Silvia Fiore
Con i patrocini dei Comuni di Pasturo, Arese, Turi, Roseto degli Abruzzi e la collaborazione della Commissione Bicamerale Cultura e Adolescenza, l'associazione di promozione sociale "Didiario - Suggeritori di libri", in concorso con l'ideatrice del premio la poetessa Caterina Silvia Fiore, darà luogo alla I edizione del Premio Internazionale di Letteratura "Per troppa vita che ho nel sangue - Antonia Pozzi - vertigine e malinconia di una grande poetessa".
Quattro le sezioni previste: 
- racconto breve inedito, massimo tre cartelle, 
- poesia inedita, massimo trenta versi, 
- giovani under 18 per poesia e narrativa.

  -videopoesia
Per inedita va intesa l' opera mai pubblicata in versione cartacea su pubblicazione dotata di codice ISBN

In un’ottica internazionale, l’Organizzazione ha deciso di aprire il premio agli autori esteri.
Nel caso di opere in lingua straniera, si dovrà inviare la traduzione del testo.
Riservato alle scuole partecipanti, invece, il tema: "Il mal d'essere: il disagio fisico e psicologico".
Semplici le modalità di partecipazione.
Gli autori possono candidarsi per una o più sezioni, ma solo con un'opera a sezione, sottoscrivendo una quota pari ad € 10,00 (euro dieci/00), corrispondente alle spese di segreteria e organizzazione, da versarsi sul c/c 34458 intrattenuto presso la Cassa Rurale e Artigiana di Castellana Grotte Credito Cooperativo 
IBAN IT 87 Z0846941440000000034458
Nel caso di iscrizione in più sezioni, la somma da versarsi è pari ad € 10,00 per la prima sezione ed € 5,00 per le sezioni successive.

I partecipanti minori di anni diciotto o quelli risiedenti all'estero sono esentati dal pagamento della quota di iscrizione.

Milan, Lapadula: "Abbiamo tutto per andare in Europa. Che bravo Montella"

L'attaccante ex Pescara: "In rossonero sto crescendo umanamente e tecnicamente. Il mister sa leggere molto bene le partite, tanto di cappello"
"Abbiamo tutti i mezzi per andare in Europa". Gianluca Lapadula, attaccante del Milan, ci crede. L'ex Pescara, alla prima stagione in rossonero, fa un bilancio della sua avventura e in una intervista esclusiva a Premium Sport dice: "Al Milan sto crescendo molto dal punto di vista umano e anche dal punto di vista tattico e tecnico sto facendo dei lavori specifici per migliorare".
BRAVO MONTELLA — Lapadula parla anche di Montella: "Il mister ha dimostrato di essere molto bravo nel leggere le partite e nello schierare la migliore formazione: tanto di cappello. Segnare in rovesciata? L'ho provata questa emozione. È bellissimo segnare, farlo in rovesciata dà ancora più valore al gol. A Palermo l'ho fatto di tacco, è stato il mio primo in Serie A, è stato molto emozionante e sono molto legato a quella rete: spero di farne molti altri. Se sogno il primo gol in Europa con la maglia del Milan? Innanzitutto ho una grande voglia di qualificarmi per l'Europa League perché secondo me abbiamo tutti i mezzi per farlo. Poi segnare in Europa sarebbe una soddisfazione enorme". Continua a leggere…..


Ansip: contro le fake news in Europa serve più chiarezza

Ospite al Cebit di Hannover, il Vice Presidente della Commissione Europea responsabile per il mercato unico digitale parla a La Stampa delle fake news: “Le aziende devono autoregolarsi, non possiamo instaurare il ministero della verità”
«In Europa la libertà di espressione è più importante delle fake news». Andrus Ansip, Vice Presidente della Commissione Europea responsabile per il mercato unico digitale, crede nell’autoregolamentazione delle piattaforme online, social network compresi. Non servono nuove regole, dice, ma è necessario chiarire quelle esistenti. Lo abbiamo incontrato ad Hannover, in occasione del Cebit, la fiera della tecnologia dove migliaia di aziende espositrici mostrano la loro visione del futuro. Robot umanoidi, autobus a guida autonoma, autoproduzione con la stampa in 3D e Internet of Things cambieranno la società di domani, ma oggi i problemi che affliggono la vita digitale restano altri: la diffusione dell’odio in rete, le false notizie e le lacune nella cultura digitale dei cittadini europei. Le soluzioni, secondo il Vice Presidente Ansip, già esistono. Bisogna solo applicarle e favorire la buona volontà delle aziende. Continua a leggere….


Quanto spendono i comuni per territorio e ambiente

Nell’ordinamento italiano, il comune è l’ente di maggiore prossimità con i cittadini. Per questa ragione, uno dei suoi compiti fondamentali è legato alla gestione, tutela e cura del territorio comunale. Questa “missione” racchiude in sé tanti tipi di attività diverse, con mansioni in carico a uffici differenti. Vediamo brevemente quali.In primo luogo, compito del comune è assicurare una pianificazione territoriale e urbanistica omogenea. Questioni quali il consumo di suolo e la scelta delle aree edificabili vengono decise attraverso il piano di governo del territorio. In parallelo a questa funzione, anche quella di costruire gli alloggi popolari e in generale il sostegno all’edilizia pubblica.Tra i compiti di tutela territoriale figurano le spese che il comune sostiene per i servizi di protezione civile, garantendo ai volontari e alle strutture preposte finanziamenti, mezzi e sedi. Vi sono poi i servizi pubblici essenziali erogati ai cittadini: quello di raccolta e smaltimento dei rifiuti e le spese per l’approvvigionamento e la distribuzione dell’acqua. Infine, le spese destinate alla manutenzione di parchi pubblici, giardini e altre aree versi.Una serie di funzioni molto ampia, con un costo che va ad impattare sui bilanci comunali. Infatti assicurare la tutela ambientale del territorio che amministra costa al comune una quota delle sue risorse. Attraverso openbilanci.it, possiamo verificare l’entità di questo costo pro capite nelle città italiane superiori ai 200mila abitanti. Continua a leggere….


Italia, Panico alla prima vittoria da c.t.: l'Under 16 si riscatta con la Germania

Nazionale Under 16: nel secondo test ravvicinato coi tedeschi, gli azzurrini riscattano l'esordio con sconfitta e vincono 3-2. Gol azzurri di Gyabuaa, Tonin e Piccoli
A due giorni dall'esordio sulla panchina dell'Under 16, l'Italia di Patrizia Panico, prima donna a guidare una nazionale maschile azzurra, riscatta la sconfitta (1-4) subita nell'amichevole del Bentegodi con la Germania. A Caldiero Terme, in uno stadio vestito a festa per l'occasione, l'Italia Under 16 ha battuto 3-2 i pari età tedeschi nel replay della sfida di mercoledì, un match che aveva visto anche il primo rigore annullato nella storia del calcio italiano grazie all'ausilio della VAR.
LA CRONACA — Gli Azzurrini si sono portati in vantaggio al 13' con il gol del centrocampista dell'Atalanta, Emmanuel Gyabuaa, e hanno poi trovato il raddoppio in chiusura di tempo con Riccardo Tonin. All'8' della ripresa Roberto Piccoli, autore del gol della bandiera due giorni fa al Bentegodi, ha finalizzato una ripartenza portando a tre le reti di vantaggio dell'Italia e rendendo quindi vano il tentativo di rimonta dei tedeschi, a segno al 50' e al 57' con Bozdogan e Vangu Bukusu sugli sviluppi di due calci piazzati. Continua a leggere…..


M5s, gruppi tematici per le elezioni: dal programma alla selezione per i ministeri. E sui territori sono i tecnici a chiamare

Oltre le liti interne, il Movimento cerca di prepararsi al voto. La macchina è in moto da mesi, come già raccontato da il Fatto Quotidiano, e vede eurodeputati e parlamentari incaricati di studiare quante persone e con che qualità servirebbero da mettere nelle istituzioni. Intanto la base si riattiva e ci sono esterni (tecnici, manager e professori) che si fanno sentire per dire di essere pronti a dare un contributo
I parlamentari al lavoro per scrivere il programma e capire quali sono le caselle da riempire nei vari ministeri; i tecnici osservano, fanno telefonate e chiedono incontri per far sapere di essere disponibili a dare una mano. Il clima nel Movimento 5 stelle è già quello da vigilia delle elezioni: i meetup si riattivano, i vertici pensano a come migliorare la selezione per le candidature e soprattutto a come circondarsi di nomi di qualità. Insomma oltre le liti interne c’è vita. Sotto la regia di Davide Casaleggio e Beppe Grillo, entrambi in spedizione a Roma periodicamente per tenere sotto controllo le attività, i grillini sono al lavoro per preparare la campagna elettorale. Il M5s guarda ai sondaggi con un misto di terrore ed euforia e sa che il vero problema è farsi trovare pronto. E un po’ meglio organizzato. Per questo da mesi – e come raccontato a novembre da Paola Zanca su il Fatto Quotidiano – i parlamentari 5 stelle stanno lavorando alla stesura del programma di governo, ma anche studiando il funzionamento dei ministeri. L’obiettivo è capire di quante persone e con che tipo di competenze hanno bisogno: sulla carta si tratterebbe di un migliaio di tecnici che dovrebbero essere messi all’interno delle istituzioni. Ma non solo: sui territori, raccontano fonti interne del Movimento, sono sempre di più i contatti di tecnici ed esperti che intendono dare il loro contributo al Movimento. Il caso Genova, con il voto delle Comunarie annullato a urne chiuse, proprio non ci voleva: dentro il Movimento sono tutti consapevoli che il problema della litigiosità interna è serio e non è il momento di sbagliare. “Dobbiamo fare in modo che casi simili non succedano mai più”, dicono. Ed ecco perché stanno pensando di studiare nuovi filtri e metodi di selezione più avanzati. Continua a leggere….


The Sun – Mourinho vola in Croazia, obiettivo strappare Perisic all’Inter. Offerta da…

Lo Special One vuole portare il croato allo United e prepara un’offerta da 40 milioni di euro
L’Inter è pronta a un mercato estivo molto movimentato; Suning vuol rinforzare la squadra con giocatori di livello, come annunciato anche dal ds Ausilio, ma dovrà anche cercare di respingere le offensive delle big europee sui propri gioielli. Tra questi c’è anche Ivan Perisic; il croato ha da poco cambiato agente passando sotto la procura di Fali Ramadani e proprio questo passaggio potrebbe essere dovuto a un possibile cambio di maglia in estate. Sulle sue tracce c’è da tempo il Manchester United che potrebbe presto fare un’offerta importante per convincere l’Inter a cedere l’esterno offensivo. portare il croato allo United e prepara un’offerta da 40 milioni di euro. Continua a leggere….



La presenza femminile nelle istituzioni europee

Il 37% dei seggi all’europarlamento è occupato da donne. Ma nelle sedi con maggiore potere decisionale la quota è decisamente più bassa. Già alla commissione europea si scende al 31%, mentre alle ultime riunioni dell’ecofin erano il 10,71%, e solo il 3,57% al consiglio affari esteri. La tendenza è già emersa in modo chiaro: man mano che si risalgono i vari livelli istituzionali si osserva che la maggiore presenza femminile rimane confinata alla base e si assottiglia ai vertici, spesso in modo molto consistente. Nel nostro paese la situazione è confermata sia nel parlamento, quando si vanno a guardare gli incarichi importanti ricoperti da deputate e senatrici, sia al governo quando si contano le ministre rispetto a viceministre e sottosegretarie, e ancor più se si tiene presente quali donne guidano dicasteri con portafoglio o senza.Lo stesso andamento si nota inalterato anche nelle istituzioni europee. Il parlamento europeo è l’organo di più diretta rappresentanza dei cittadini, che ne eleggono i deputati. È in questa sede che le donne hanno più spazio, con il 37% dei seggi. Alla commissione europea, che è il ramo esecutivo dell’Ue, le donne arrivano al 31%. Tuttavia nelle istituzioni europee il rapporto tra rappresentanza e sedi decisionali non è così diretto come nei governi nazionali e l’assetto istituzionale è abbastanza più complesso. Così buona parte delle linee politiche viene presa in sedi diverse, composte da rappresentanti inviati di volta in volta dai governi nazionali e scelti a loro discrezione. Alle ultime riunioni dell’ecofin solo il 10,71% dei partecipanti era donna, fino a crollare al 3,57% del consiglio affari esteri, cioè una su 28: la presidente Federica Mogherini. Continua a leggere….

Caso Juve, Uva: "L'Antimafia sta facendo un processo molto mediatico"

Il dg della Figc: "La giustizia deve fare il proprio corso con serenità. Così non si fa né il bene del calcio, né quello dell'Italia". Poi la replica del vicepresidente della commissione Antimafia
"Sulla vicenda-biglietti, che coinvolge la Juve, non siamo preoccupati: noi dobbiamo occuparci della giustizia sportiva. Però, mi sembra si stia facendo un processo mediatico". Lo ha detto Michele Uva, direttore generale della Federcalcio, a Palermo, dove stasera si disputerà la sfida per le qualificazioni mondiali fra Italia e Albania. "Occorre che la giustizia ordinaria faccia il proprio corso con la massima serenità - ha aggiunto -. Mi sembra che l'Antimafia stia facendo un processo molto mediatico e questo non fa bene né al calcio, né tantomeno all'Italia. Il calcio dà esposizione mediatica e questo è evidentemente in questo momento".
QUESTIONE LEGA — Alle voci che lo vogliono al comando della Lega Serie A, Uva risponde così: "Io presidente della Lega? Non penso proprio che lo farò, né è mia intenzione. L''anticipo dell'inizio della Serie A? È un termine di condivisione, nessuno può imporre niente ad alcuno. Quando si mettono sul tavolo i problemi, le opportunità, i pro e i contro, si trova sempre una soluzione adeguata ed equilibrata per il calcio italiano". Continua a leggere…


Omicidio Vasto, condannato a 30 anni Fabio Di Lello

Freddò con tre colpi di pistola l'uomo che aveva investito e ucciso la moglie. Il pm aveva chiesto l'ergastolo
Condannato a 30 anni Fabio Di Lello l'uomo che con tre colpi di pistola freddò in strada Italo D'Elisa che investì e uccise sua moglie. Il pm aveva chiesto l'ergastolo.Di Lello, 34 anni, davanti alla Corte d'Assise a Lanciano è stato giudicato con rito abbreviato per l'accusa di omicidio volontario premeditato: lo scorso primo febbraio aveva freddato con tre colpi di pistola calibro 9 il ragazzo di 22 anni che qualche mese prima, alla guida della sua auto aveva travolto e ucciso sua moglie, Roberta Smargiassi. L'omicidio avvenne davanti ad un bar di Vasto, in provincia di Chieti.La corte d'Assise ha valutato le ultime memorie depositate dalle parti, in particolare la richiesta di perizia psichiatrica sull'imputato avanzata dalla difesa che ha presentato anche ulteriori documenti sanitari che attestano la sua instabilità psichica. Nel corso dell'ultima udienza, il 20 marzo scorso, nella requisitoriadel Procuratore di Vasto, Giampiero Di Florio e del sostituto Gabriella De Lucia per l'imputato era stato chiesto l'ergastolo. Nella sua dichiarazione spontanea alla Corte, sempre in quell'udienza, Di Lello ha detto di essere "pentito e dispiaciuto per quanto fatto".

venerdì 24 marzo 2017

Orrore nel Napoletano, tredicenne disabile violentato da undici minorenni

L'episodio a Giugliano. Otto degli aggressori sono stati collocati in comunità, tre hanno meno di 14 anni e non sono imputabili
Una storia orribile di violenza arriva dalla zona giuglianese dove undici minorenni sono ora accusati di violenza sessuale ai danni di un ragazzino di tredici anni, affetto di una leggera forma di disabilità mentale. Otto sono stati raggiunti dalla misura del collocamento in comunità, tre hanno meno di 14 anni e dunque non sono imputabili.È iniziato tutto a gennaio 2017 a Giugliano, dopo la segnalazione della madre della vittima, che si è accorta di alcuni atteggiamenti inconsueti del figlio quando si trovava in compagnia di alcuni componenti del branco. A quel punto sono scattate le indagini condotte dai carabinieri di Giugliano diretti dal capitano Antonio De Lise sotto il coordinamento della Procura per i minorenni, che hanno portato alla scoperta di un drammatico quadro di sopraffazione. Uno dei bulli minacciava il tredicenne ti picchiarlo se non si fosse assoggettato alle violenza, che sarebbero sfare consumate in strada o, in una occasione, in casa di uno degli aggressori. Continua a leggere….


Mostrate le prove dell’impossibilità di nominare le donne

Per legge le giunte comunali sono tenute a rispettare l’equlibrio di genere. Ma la norma stessa e la giurisprudenza aprono dei varchi per aggirare questo principio. Stabilendo però degli obblighi per i sindaci: dove sono le evidenze che le assessore non si trovano?Che cosa succede quando una giunta comunale non rispetta il principio dell’equilibrio di genere? Ci sono stati diversi ricorsi e in Calabria  vari organi locali sono stati sciolti dal Tar. Ma finora non si ha notizia di controlli sistematici o di carattere generale: ogni volta si è trattato di interventi su casi singoli.Tuttavia da questi ricorsi è scaturita una giurisprudenza che ha aggiunto vari dettagli per l’applicazione della legge, e di fatto anche la via per eluderla.L’equilibrio di genere negli organi di governo dei comuni non è infatti solo un generico principio di buone pratiche a cui tendere. È invece una norma concreta, inserita nell’ordinamento italiano dalla legge 56/2014, conosciuta come legge Delrio, che all’articolo 1 comma 137 stabilisce:«Nelle giunte dei comuni  con  popolazione  superiore  a  3.000 abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato  in  misura inferiore al 40 per cento, con arrotondamento aritmetico». Continua a leggere….


Milan, ecco un'altra tranche da 30 milioni. Closing fissato il 14 aprile

Fininvest ha incassato fino ad ora 250 milioni di euro. Il termine per il closing fissato al 14 aprile
Un altro passo in avanti. Oggi nelle casse di Fininvest sono arrivati dai cinesi di Sino-Europe Sports altri 30 milioni che si vanno a sommare ai 20 incassati il 22 marzo scorso. Il conto, fino a questo momento, arriva così a 250 milioni dopo le due caparre da 100 milioni e la mini caparra da 20 milioni. A questa somma vanno aggiunte le garanzie per altri 50 milioni di euro: il che porterebbe potenzialmente la caparra a 300 milioni. Il termine per il closing (vincolato ovviamente al ricevimento di altri 350 milioni) viene fissato al 14 aprile. Le parti hanno concordato un comunicato atteso nelle prossime ore che ufficializzerà l'intesa per il contratto che formalizza la nuova proroga Continua a leggere….


Trattati Roma, il piano sicurezza: cecchini sui tetti, 39 varchi, 3mila agenti in strada: “Mai così tanti da funerali di Wojtyla”

La Capitale prepara per l'anniversario di sabato con "uno degli apparti di sicurezza più imponenti degli ultimi 10 anni", fa sapere la Questura. 5 i cortei previsti, allarme per quello di Euro-stop. Attesi black bloc da Francia, Germania e Grecia: 39 varchi per il centro ma nessuna zona rossa, vietati caschi e petardi
Oltre 3.000 agenti in campo, il triplo delle forze dell’ordine previste per eventi di questo tipo. E poi tiratori scelti sui palazzi (ma la “mappa” è top secret) e ben 39 varchi d’accesso al centro storico “allargato”, con particolare attenzione a Campidoglio e Quirinale. In campo anche unità cinofile, artificieri e finanzieri. Nonostante Roma sia abituata ad ospitare autorità di livello mondiale, in Questura ammettono che era “dai tempi dei funerali di Giovanni Paolo II che non c’era una mobilitazione tale, è di certo uno degli apparti di sicurezza più imponenti degli ultimi 10 anni”.Roma si blinda in vista di uno degli appuntamenti sul quale vige il serio rischio di disordini, con ben 5 maxi-cortei differenti e altri sit-in sparsi per la città. La celebrazione dei 60 anni dei Trattati di Roma – che sancirono la nascita della Comunità Economica Europea – vedrà arrivare nella Capitale d’Italia oltre 60 fra capi di Stato, ministri degli esteri e autorità politiche dal continente e da tutto il mondo, in un momento storico in cui l’Ue è al centro delle contestazioni delle masse. La possibile azione dei black-block si mischia al timore concreto di attentati terroristici, visti anche i fatti di Parigi Orly. I romani ricordano bene gli scontri del 15 ottobre 2011, ma anche le manifestazioni del 19 ottobre 2013 e del 31 ottobre 2013 terminate con la città messa a ferro e fuoco. Continua a leggere…..

Dopo 100 anni una nuova vita nei locali dell’ex cinema e bar Moderno

by Pier Carlo Lava
Alessandria: Ieri mattina in Sala Giunta si è tenuta una conferenza stampa per presentare un progetto di ristrutturazione dell’ex cinema e bar Moderno. Il progetto è stato presentato dal Sindaco Maria Rita Rossa, da Pico Macario Amministratore di CINE srl e dall’architetto Paolo Bellora.
Rita Rossa ha presentato il progetto per il rilancio di piazzetta della lega, precisando che è imminente l'avvio del cantiere per la ristrutturazione dell’ex-Cinema Moderno e del bar ed è previsto circa un anno di lavoro. 

Nel contesto della ristrutturazione saranno effettuati anche interventi di rifacimento dello spazio urbano nella piazza, con una nuova illuminazione e nuove e accoglienti sedute. In tal senso verranno mantenute le caratteristiche architettoniche dell’area in questione. 

Gli obiettivi dell’Amministrazione sono: nuovo lavoro, valorizzazione e sviluppo del Centro commerciale della città e la creazione di un punto di ritrovo per famiglie e bambini nel salotto della città.

Pico Macario, Amministratore di CINE srl, la società proprietaria dell’ex-Cinema Moderno e del bar, che curerà la ristrutturazione dell’immobile nella centralissima piazza alessandrina, ha affermato che verrà realizzato un progetto polivalente.  

L’intervento prevede un investimento di 1,5 milioni di euro per uno spazio di circa 1000 mq su due piani, nella location sono previste marche Premium con prodotti di grande qualità, oltre ai vini di Pico Mario.

Pico Macario: Un progetto polivalente in piazza della Lega


Alessandria: Pico Macario, Amministratore di CINE srl, società proprietaria dell’ex-Cinema Moderno e del bar, curerà la ristrutturazione dell’immobile nella centralissima piazza alessandrina. Investimento previsto 1,5 milioni di euro per uno spazio di circa 1000 mq su due piani, nella location sono previste marche Premium con prodotti di qualità.

Rita Rossa: Un progetto per rilanciare e valorizzare il cuore della città


Alessandria: Il Sindaco Rita Rossa presenta il progetto per il rilancio di piazzetta della lega, imminente l’avvio dei lavori di ristrutturazione dell’ex-Cinema Moderno e del bar, che prevedono un anno di lavoro. 
La ristrutturazione prevede anche interventi di rifacimento dello spazio urbano nella piazza, illuminazione, sedute, ecc., mantenendo le caratteristiche architettoniche dell’area in questione. Gli obiettivi dell’Amministrazione sono: lavoro, valorizzazione e sviluppo del Centro città.

giovedì 23 marzo 2017

Michael Moore contro Donald Trump: "I democratici dichiarino lo stato di emergenza"

"Per la prima volta nella nostra storia, il presidente degli Stati Uniti e il suo staff sono indagati per spionaggio. L'annuncio, arrivato dal capo dell'Fbi (vicino allo stesso Trump), è uno shock per la nostra democrazia". Che Michael Moore fosse un forte detrattore degli ideali e delle convinzioni politiche di Donald Trump lo si sapeva da tempo, anche se il regista di Flint era stato uno dei pochi a prevederne l'elezione come 45esimo presidente Usa. A poco più di due mesi dall'insediamento del tycoon, però, Moore torna all'attacco del repubblicano - dopo la sua partecipazione alla Marcia delle donne contro Trump e alla divulgazione di un vademecum in 10 punti per fermare The Donald - e lo fa con parole di fuoco.Il cineasta del lungometraggio di denuncia Michael Moore in TrumpLand ha scelto Instagram per lanciare un'appello direttamente ai vertici dell'opposizione: "Il Partito Democratico ha bisogno di dichiarare l'Emergenza Nazionale" afferma infatti il regista, in un post subito diventato virale e che viene accompagnato dalla foto di una telecamera nascosta, chiaro simbolo dello spionaggio. Continua a leggere….


Germania-Inghilterra 1-0: decide Podolski alla sua ultima partita in Nazionale

La squadra di Southgate domina per gran parte della gara e rischia di andare in vantaggio. Ma una perla dell'attaccante tedesco che stasera dice addio regala la vittoria ai tedeschi
In una giornata che l’Inghilterra avrebbe auspicato di non vivere mai, la nazionale dei Tre Leoni non riesce a rimarginare le ferite di una nazione colpita in uno dei suoi centri nevralgici. Quando si affrontano Germania e Inghilterra parlare di amichevole è sempre fuori luogo ed è così anche stasera nonostante i tanti assenti da entrambe le parti. Lukas Podolski celebra come meglio non potrebbe la sua 130esima e ultima presenza con la maglia della nazionale tedesca. Insignito della fascia di capitano e premiato prima del fischio d’inizio, “Poldi” decide la sfida al 69’ con un meraviglioso sinistro da fuori area che s’insacca, imparabile, nel sette.
PALO LALLANA — Gli ospiti partono meglio e nel giro di nove minuti hanno non una, ma due opportunità per passare. Alli innesca la velocità di Vardy che si tuffa sopra Ter Stegen in uscita e il debuttante Keane, uno dei componenti della nuova difesa a tre proposta da Southgate, gira un angolo di Bertrand appena sopra la traversa. Due palloni persi dai padroni di casa, estremamente disattenti quando in possesso, non vengono sfruttati dagli inglesi. Al termine di una ficcante ripartenza il diagonale di sinistro di Lallana s’infrange sul palo (31’) e undici minuti dopo Alli, tutto solo, spara sul portiere avversario. L’undici di Löw offre ben poco nei primi 45 minuti di gioco e si limita a reclamare un rigore, che ci stava eccome, a seguito di un mani di Cahill sul centro di Brandt. Continua  a leggere….

Muore per un malore mentre sta allenando i bambini del calcio a Novara

Si è accasciato sul campo di via Ardemagni e non ha più ripreso conoscenza
Stava allenando i baby calciatori dei Primi calci classe 2008 quando si è accasciato: Francesco Giugliano, 53 anni, non si è più ripreso dal malore che lo ha colpito oggi attorno alle 19,30. A nulla sono servite le manovre di rianimazione portate a termine dall’equipe del 118 giunta sul campo di via Ardemagni. Francesco Giugliano da 20 anni collaborava con la società Juventus club Novara. Lascia la moglie e due figli. 

Alessandria: Torna l’illuminazione alla rotonda di via Moccagatta e nell’incrocio fra via Galimberti e via Sclavo



by Pier Carlo Lava

La sicurezza dei cittadini si tutela attivando una serie di misure, fra le quali un maggiore presidio del territorio con agenti della Polizia municipale e l’installazione di un adeguato numero di telecamere, ma anche con un illuminazione adeguata delle strade, dato che come ben sappiamo le zone scarsamente illuminate favoriscono gli atti di criminalità.

Alessandria: Alcuni giorni gli addetti di un impresa che stava operando in sub appalto per Enel Sole, hanno provveduto a ripristinare l’illuminazione della rotonda di via Moccgatta e nell’incrocio fra via Galimberti e via Sclavo.

I pali dell’illuminazione pubblica nei punti in questione, distanti solo alcune centinaia di metri, erano stati abbattuti a causa di due diversi incidenti stradali successi a non molta distanza di tempo, per la solita motivazione, velocità eccessiva e mancato rispetto della precedenza.




Spagna, trovato accoltellato lo studente Erasmus italiano. La polizia: "Un suicidio"

I due coinquilini hanno trovato il 24enne di Fermo ancora nel suo letto. Secondo le loro dichiarazioni, nessuno era entrato in casa. I risultati dell'autopsia confermano: tre colpi autoinflitti con un coltello, l'ultimo dei quali letale
FERMO - Si chiamava Giacomo Nicolai, lo studente universitario di Fermo di 24 anni, trovato senza vita nel suo appartamento a Valencia, in Spagna, dove si trovava con il progetto Erasmus.A trovare il corpo sono stati i due coinquilini. Tornati a casa, in calle Josè Maria de Haro, in un quartiere vicino al porto della città e attraversato da una delle strade principali, hanno visto Giacomo ancora nel suo letto: aveva un coltello piantato nel cuore. Subito hanno chiamato i soccorsi e sul posto sono intervenuti la polizia e i sanitari dell’emergenza medica. Ma per il 24enne non c'è stato niente da fare. Secondo le autorità si è trattato di suicidio."Fin da subito è sembrato trattarsi di un caso di morte violenta e l'autopsia ha effettivamente confermato quest'ipotesi: una morte violenta di natura suicida senza intervento di terze persone", ha fatto sapere un portavoce della polizia di Valencia. Sempre secondo l'autopsia, Giacomo Nicolai si sarebbe inflitto "tre colpi con un coltello, l'ultimo dei quali sarebbe stato quello letale. Nessuna persona sospettata, dunque: si tratta di un suicidio". Continua a leggere…….

Mps, Alessandro Profumo rinviato a giudizio per usura bancaria. I legali: Estraneo ai fatti

Il gup Salvatore Bloise del Tribunale di Lagonegro ha rinviato a giudizio per usura bancaria Alessandro Profumo, ex presidente del Monte dei Paschi di Siena e prossimo presidente di Finmeccanica. Lo scrive l'Agi secondo cui il processo si aprirà il prossimo 23 maggio davanti alla terza sezione penale del Tribunale di Lagonegro. La decisione del gup risale al primo marzo scorso. Insieme a Profumo è stato rinviato a giudizio per usura bancaria anche Raffaele Picella, ex presidente della Banca della Campania.La vicenda giudiziaria ha avuto inizio nel 2014 con la denuncia fatta da un imprenditore di Sala Consilina del settore delle concessionarie auto. Nella denuncia l'imprenditore lamentava l'applicazione da parte delle due banche di tassi usurari ai suoi danni. L'uomo sostiene anche di aver perso contratti imporanti a causa della sua esposizione bancaria. "Le indagini del pubblico ministero - spiega all'AGI il legale difensore dell'imprenditore di Sala Consilina, l'avvocato Carlo Scorza - hanno evidenziato che si sono registrati tassi ultralegali da parte di due istituti bancari fino a un massimo di 190 mila euro, per una esposizione debitoria che tale non è". Il 4 ottobre del 2016 il pm aveva formulato richiesta di rinvio a giudizio per Profumo, accolta dal gip come riportato poi da alcune testate giornalistiche del Salernitano. Continua a leggere…..

Lega Pro, Taranto, tifosi picchiano calciatori con schiaffi e pugni

Una trentina di persone ha minacciato con mazze e coltelli i giocatori durante l'allenamento: presi di mira Maurantonio, Stendardo e Altobello. Si valuta il blocco dei campionati
Non c'è pace in Lega Pro. Dopo le aggressioni nei confronti di Ancona, Catanzaro e Matera, ecco un nuovo episodio di violenza nei confronti dei giocatori del Taranto. Un gruppo di circa 30 persone durante l'allenamento odierno ha aggredito i calciatori con schiaffi e pugni minacciandoli con mazze e coltelli, prendendo di mira in particolare Maurantonio, Stendardo e Altobello. E pensare che solo la scorsa domenica tutte le partite erano iniziate con 15' di ritardo in segno di protesta contro la violenza dei giorni scorsi.
IL COMUNICATO — "Nel pomeriggio odierno la squadra del Taranto F.C. 1927 (tecnici, giocatori, dirigenti) durante l’allenamento presso il campo B dello stadio “Erasmo Iacovone”, è stata oggetto di un’aggressione fisica e verbale da parte di un gruppo di circa 30 persone incappucciate - si legge in un comunicato sul sito della società pugliese -. La Società, condannando fermamente tale forma di violenza, esprime la propria vicinanza e solidarietà a tutti gli atleti, all’allenatore Salvatore Ciullo, allo staff tecnico ed ai dirigenti presenti". Continua a leggere…..



Londra, attacco al Parlamento

Ucciso assalitore, tre morti e molti feriti gravi: «Auto sulla folla»
Un suv ha investito diverse persone sul ponte sul Tamigi, in seguito un uomo armato di coltello ha ferito a morte un poliziotto davanti al palazzo di Westminster. L’assalitore è stato poi ucciso dalle forze dell'ordine . Non risultano italiani coinvolti
Attacco terroristico a Londra davanti al Parlamento britannic0. Tre i morti e diversi i feriti in gravissime condizioni, 20 secondo Scotland Yard. Un’auto ha travolto diversi passanti sul ponte di Westminster e poi si è schiantata contro la cancellata che cinge il palazzo del Parlamento. Dalla macchina è sceso un uomo che, armato di coltello, ha tentato di entrare nel cortile ferendo a morte un poliziotto prima di essere colpito e ucciso dalle forze dell’ordine. I morti se si considera anche l’assalitore sono dunque quattro, tra cui anche una donna e una vittima non ancora specificata. Al momento - riferisce il Consolato italiano nella capitale britannica - non risultano cittadini italiani coinvolti nell’attacco di Londra. Continua a leggere….

Passaggi, quando gli stranieri fanno integrazione

Grande partecipazione alla presentazione della webserie “Passaggi, quando gli stranieri fanno integrazione” realizzata da Simona Carnino e Carolina Lucchesini, in collaborazione con Regione Piemonte. Storie di stranieri che integrano stranieri. Un progetto in sei puntate che si propone di raccontare storie di stranieri residenti in Piemonte attivi nell’educazione e nell’integrazione dei migranti di nuova generazione, in modo da rendere più fluido il passaggio a uno status di nuovi cittadini.Di seguito potete vedere la playlist di tutte le puntate della webserie. Al termine di ogni puntata parte automaticamente quella successiva. Le puntate sono caricate sul canale Youtube Comunicazione Piemonte: CLICCA QUI PER ACCEDERE AL CANALE YOUTUBE


mercoledì 22 marzo 2017

Al via i lavori per l’installazione del lampione abbattuto in via Moccagatta

by Pier Carlo Lava
Alessandria, sono iniziati i lavori per l’installazione di un lampione dell’illuminazione pubblica, sul marciapiede di via Moccagatta, nel tratto antistante la Clinica Città di Alessandria Centro Cuore.
Il palo era stato abbattuto tempo fa a causa di un incidente stradale, un auto dopo lo scontro gli era finita contro e lo aveva travolto.

Alcuni addetti di un impresa che sta operando in sub appalto per Enel Sole, stanno provvedendo a ripristinarlo.

La distanza tra disabili e normodotati si azzera in sella alla moto

Il team di piloti disabili Di.Di gareggerà nel prestigiosi circuito di Le Mans, in occasione del Gran Premio di Francia della MotoGP
Li chiamano ragazzi bionici, e si capisce bene il perché. I ragazzi del Team Di.Di. – Diversamente Disabili sono motociclisti, tutti accomunati da almeno un paio di cose: una disabilità e una passione smisurata per le due ruote. Quella passione che li ha fatti tornare in sella con le loro protesi – c’è chi ha perso una gamba, chi un braccio o una mano, chi ha altre difficoltà. I piloti della Di Di ci hanno abituato a grandi numeri ed imprese, ma non basta. Quello che stanno facendo questi ragazzi è sfondare la cortina che separa mondo disabile e non, anche in pista. E lo fanno in grande stile. La prossima importante occasione si presenterà a maggio quando, sul prestigioso circuito di Le Mans, durante il Gran Premio di Francia della MotoGP, saranno protagonisti di una competizione, la “International Bridgestone Handy Race”, insieme ad altri 20 piloti disabili provenienti da Nuova Zelanda, Australia, Colombia, Finlandia, Inghilterra, Belgio, Francia e Spagna. E’ la prima volta che una gara di motociclismo paralimpico viene ospitata all’interno di un campionato di rilevanza internazionale: se poi si considera che fino a 5 anni fa, prima della nascita della Onlus Di.Di., non esisteva una realtà simile, e che il campionato di rilevanza internazionale si chiama “MotoGP”, è un traguardo storico.Ad annunciare questa partecipazione, lo scorso 11 marzo al Motodays di Roma, Annalisa Minetti ed Emiliano Malagoli, rispettivamente madrina e presidente della Onlus. Nella stessa occasione è stato presentato anche l’avvio dei prossimi corsi di guida moto disabili “Learn&Try” promossi dalla Onlus, dedicati a chi ha una invalidità fisica. Si tratta di corsi nei quali la disabilità è presenta a tutto tondo: disabili gli allievi, e disabili anche buona parte degli istruttori, mentre le moto sono adattate con i comandi spostati in base alle diverse esigenze fisiche. La novità di quest’anno è il corso “Pro”, dedicato a chi ha esperienza di pista ma vuole migliorare le proprie prestazioni sportive. Tra gli istruttori, il campionissimo Nicola Dutto, pilota ufficiale KTM, che il prossimo anno sarà il primo concorrente paraplegico al mondo a partecipare alla Dakar in moto. L’appuntamento con i corsi è per il prossimo 7 aprile al circuito Tazio Nuvolari (PV). Continua a leggere….


Rio Ferdinand tra alcol, paure e 3 figli: la sua vita senza la moglie Rebecca

Due anni fa, l'ex difensore del Manchester United si è ritrovato all'improvviso vedovo con tre figli da crescere. Ora, in un documentario della BBC, racconta come ha affrontato la vita senza la sua Rebecca: "Ho bevuto parecchio, ringrazio i miei figli"
Quando sei un calciatore ricco e famoso è facile pensare di essere anche immune alle tragedie quotidiane. Ma Rio Ferdinand ha imparato nel modo più atroce che non è sempre così, vedendo morire l'adorata moglie Rebecca per un tumore al seno a maggio di due anni fa, proprio lo stesso mese in cui lui aveva chiuso per sempre col calcio. Una perdita devastante per l'ex difensore del Manchester United che, dopo aver passato buona parte della carriera a non doversi preoccupare di nulla che non fossero allenamenti e partite, perché c'era qualcun altro che si occupava di tutto il resto per lui, si è ritrovato all'improvviso vedovo con tre figli da crescere (Lorenz, 10, Tate, 8 e Tia, 5) e nessuno che gli spiegasse come fare. "All'interno di una famiglia c'è un'organizzazione che gli uomini non vedono - ha raccontato Ferdinand nel documentario "Rio Ferdinand: Being Mum And Dad" che verrà trasmesso integralmente sulla BBC One martedì 28 marzo . Prima io mi svegliavo, mi vestivo, facevo colazione coi miei figli, li portavo a scuola e me ne andavo all'allenamento, convinto di aver fatto la mia parte, ma in realtà era Rebecca che riempiva tutti gli spazi nei quali io non ero coinvolto. Ora invece lo scenario è completamente diverso, mi devo occupare di tutto io, dalle scarpe alle cartelle, e il passaggio è stato schiacciante, perché pensi che qualunque cosa fai non sarai mai abbastanza bravo". Continua  a leggere…..

I bisogni delle persone con sindrome di Down non sono speciali, ma umani

#NotSpecialNeeds è il motto della nuova campagna di CoorDown in occasione della Giornata Mondiale della sindrome di Down
La percezione della disabilità passa anche - eccome! - per le parole che utilizziamo per parlarne e per rappresentarla. A qualcuno potrebbe sembrare una cosa dalla importanza relativa, ma se la pensiamo così sbagliamo di grosso. E se la pensiamo così può essere che, in fondo, cerchiamo anche una giustificazione alla leggerezza con la quale a volte usiamo termini non appropriati, magari certo in modo non intenzionale, per carità.
SINDROME DI DOWN E PAROLE - Fare attenzione alle parole che usiamo per definire il mondo che ci circonda è fare la nostra piccolissima ma fondamentale parte in quel processo di cambiamento culturale che ancora richiede la condizione di disabilità. E allora abbracciamo la provocazione che CoorDown  Onlus - Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down lancia a tutti noi, in occasione della Giornata Mondiale della sindrome di Down, che cade il 21 marzo.
LA PROVOCAZIONE - Ebbene, immaginate se le persone con sindrome di Down avessero bisogno di mangiare uova di dinosauro, indossare un’armatura, essere svegliati ogni mattina da una celebrity. Questi sarebbero sicuramente “bisogni speciali”.  Ma studiare, trovare un lavoro, avere degli amici, praticare sport non sono invece i bisogni che hanno tutte le persone? Perché allora utilizzare quel “bisogni speciali” che, magari con buone intenzioni, nella realtà si traduce nella creazione di una distanza? Continua a leggere…..


Alessandria: Nuova luce al quartiere Borsalino



by Pier Carlo Lava

Alessandria, tempo fa al Quartiere Borsalino sono state sostituite tutte le lampade tradizionali con quelle a led e questo ha consentito un risparmio energetico e un deciso miglioramento dell’illuminazione. 

E’ ormai risaputo che un illuminazione adeguata migliora la sicurezza per i cittadini, mentre le zone buie favoriscono gli atti di criminalità.

Era rimasto in sospeso solo un parcheggio pubblico antistante il Condominio Genzianella dove non è mai esistita l’illuminazione.


A causa di questa situazione nel tempo sono stati commessi diversi atti vandalici e furti nelle auto parcheggiate, con comprensibile preoccupazione per i residenti, che al mattino quando si recavano a prendere l’auto per andare al lavoro, avevano sempre il timore di trovare brutte sorprese. 

Finalmente qualche tempo fa sono stati installati due pali con tre lampade a led, che illuminano il parcheggio e il giardino pubblico adiacente.